Ain Ouadette, il viaggio esotico in Tunisia targato Desert Experience

Un viaggio di 8 giorni fra le suggestive dune e gli scenari cinematografici con il Team di Desert Experience, solo per cultori ed amanti di offroad muniti di fuoristrada.
Sono appena iniziate le iscrizioni.

https://www.desertexperience.it/13-news/223-viaggio-tunisia-pasqua-2019.html

TUNISIA PASQUA 2019 Ain Ouadette Destination

APERTO A TUTTI I POSSESSORI DI FUORISTRADA

PARTENZA DA PALERMO ARRIVO A TUNISI
sabato 20 aprile ore 10.00 sabato 20 aprile ore 20.00

PARTENZA DA TUNISI ARRIVO A PALERMO
sabato 27 aprile ore 23.00 domenica 28 aprile ore 10.30

PARTENZA DA CIVITAVECCHIA
Venerdì 19 aprile 18.30

RIENTRO A CIVITAVECCHIA
Lunedì 29 aprile ore 06.30

GRANDI NAVI VELOCI

Prenotazioni e info: 328.841.06.98 / 347.621.26.89

PROGRAMMA DEL VIAGGIO

SABATO
Appuntamento al porto di Palermo. Disbrigo formalità doganali imbarco e partenza ore 10.00. Dopo 10 ore circa di navigazione arriveremo a Tunisi. Disbrigo formalità doganali. Sistemazione in hotel a TUNISI / HAMMAMET.

DOMENICA
Colazione in hotel di buon ora e partenza puntando direttamente verso sud con destinazione Ksar Ghilane. Tramite una comoda e veloce autostrada arriveremo a Gabes. Lasciamo l’asfalto per imboccare sterrati che ci porteranno all’antico villaggio berbero di Zraoua, attualmente abitato da una sola famiglia di pastori, luogo di straordinaria bellezza naturale. Lungo il percorso incontreremo piccoli villaggi caratteristici arroccati sulla collina con case in pietra grigia ben assimilate al territorio spoglio ed arido della collina che lo sovrasta. Attraverseremo la zona di Matmata che è caratterizzata da colline coniche come crateri profondamente frastagliate, stretti crepacci, picchi appuntiti ed aridi oued. Lungo il percorso ci sarà la possibilità di visitare una tipica casa troglodita. Immersi in questo paesaggio lunare raggiungeremo la nostra meta giornaliera, l’oasi di Ksar Ghilane dove vi aspetta un bagno ristoratore e rilassante nelle calde acque (34°) sulfuree del laghetto naturale posto al centro dell’oasi. Campo libero con tenda personale.

LUNEDI’
Sveglia di buon ora per ammirare l’alba suggestiva, con vista del deserto a 360° gradi. Ci lasceremo alle spalle l’oasi ed inizieremo la nostra avventura puntando verso sud. A circa 40 km da ksar Ghilane puntiamo ad ovest cap 270 , per raggiungere Gouiret el-Hab. Raggiunto Gouiret el-Hab, punteremo ancora verso sud in direzione di Bir Aouin. In prossimità di Rehayet el Yatima ci sistemeremo per la notte.
Campo libero con tenda personale.

MARTEDI’
Proseguiremo in direzione sud in mezzo ad un susseguirsi di gassi e dune fino ad arrivare Ain Ouadette, sorgente di acqua calda, oasi naturale nel mezzo del deserto, fonte di vita di molte specie animali e per i nomadi “ R’baya” che vivono tra il deserto tunisino e algerino. Con buona probabilità li incontreremo a ridosso delle dune dove posizionano i loro accampamenti precari per facilitare i continui spostamenti in cerca di pascolo. Arrivo previsto nelle ore pomeridiane. Manutenzione dei mezzi e dopo ci concediamo un bel bagno rilassante. Suggestivo tramonto tra le dune ed organizzazione del campo. Campo libero con tenda personale.

MERCOLEDI’
L’alba battezza il nuovo giorno e riprenderemo il nostro viaggio iniziando la risalita verso nord. La nostra avventura continua navigando ancora nel gran nulla del Sahara con una intensa ed impegnativa giornata di guida su infinti cordoni di dune. Al tramonto organizzazione e montaggio del campo sul quel mare di sabbia finissima che si insinua ovunque. Campo libero con tenda personale.

GIOVEDI’
Partiamo puntando ancora verso nord per affrontare una nuova ed intensa giornata intensa ancora immersi nel Grand Erg Orientale. Transiteremo da Tembaine e dal Pac du Jebil. Da qui ci dirigiamo al Cafè du Parc e poi la pista ci condurrà fino al famoso Cafè du Desert per sorseggiare un buon thè. Percorriamo gli ultimi chilometri tra la sabbia prima di arrivare a Douz. Ancora avvolti da un’atmosfera tipicamente sahariana, nella caratteristica piazza al centro del paese, all’ombra delle tamerici secolari assaporeremo un’ ottimo thè alla menta. Dopo questi momenti di meritato relax ci dirigiamo in un lussuoso hotel per scrollare tutta la sabbia accumulata nei giorni passati nel deserto. Sistemazione e cena in hotel a DOUZ.

VENERDI’
Colazione in hotel. Si continua a risalire verso nord. Attraversiamo la cittadina di Kebili da dove imbocchiamo la strada che taglia il Chott el Fedja. Ma le emozioni non sono ancora finite infatti lasceremo l’asfalto per addentrarci verso il centro della Tunisia attraversando le Gole Du Jebel Biada, spettacolari costoni di montagna dove i fuoristrada transitano a stento. Transiteremo dai villaggi tipici berberi di Sakket e Sened, ancora incontaminati dal turismo. Saliamo fino al Jebel Bal Al Malousi per arrivare nella piana di Sidi Bouzid Gammouda dove ci concediamo una breve sosta. Proseguiamo la nostra risalita attraverso piste e sterrati per attraversare il Jebel Al Mnara. Percorriamo gli ultimi 40 Km di comoda strada asfaltata che ci porterà nella città di Kairouan. Quarta città santa dell’Islam dopo la Mecca, Medina e Gerusalemme inoltre famoso centro d’arte, religioso e culturale importante centro commerciale e artigianale dove si producono i più pregiati tappeti tessuti a mano. Sistemazione e cena in hotel a KAIROUAN.

SABATO
Colazione in hotel. Mattinata libera per visitare la città vecchia e fare un giro in uno dei più famosi souk della Tunisia per gli acquisti di souvenir. Riprendiamo la nostra risalita alla volta di Hammanet, Merita una visita la graziosa medina nel centro della città per effettuare gli ultimi acquisti di souvenir Ripartiamo verso TUNISI per trascorrere le ultime ore di permanenza in terra tunisina. Chiudiamo la settimana in bellezza trascorrendo qualche ore nel delizioso paesino di Sidi Bou Said, fiore all’occhiello della Tunisia, posto su una collina che domina il golfo di Tunisi. Caratteristica per le case bianche ed i tipici portali blu. Per raggiungere Sidi Bou Said attraverseremo Cartagine. Presentazione al porto di TUNISI alle ore 20.00 per disbrigo formalità doganali. Imbarco e partenza alle ore 23.00.

DOMENICA
Arrivo previsto porto di Palermo alle ore 10.30. Disbrigo formalità doganali. Caffè italiano e saluti.

N.B. Il programma potrà subire delle variazioni di percorso a discrezione dell’organizzazione.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE CON PARTENZA DA PALERMO

PILOTA CON 4X4 = EURO 850,00
PASSEGGERO SU 4X4 PROPRIA = EURO 750,00

GRUPPO MINIMO DI 16 PARTECIPANTI ADULTI. LA CONFERMA DELLA PARTENZA VERRA’ COMUNICATA 15 GIORNI PRIMA DELLA DATA DI PARTENZA. IN CASO DI NON PARTENZA FACOLTA’ DI RESTITUZIONE INTEGRALE DELL’ANTICIPO VERSATO O TRASFERIMENTO SU ALTRO VIAGGIO IN PROGRAMMA.

LE MISURE DEI VEICOLI DEVONO RIENTRARE NEI SEGUENTI PARAMETRI:
lunghezza mt. 5,00 – altezza mt. 1,90 MAX.

LA QUOTA COMPRENDE

  • Biglietto nave per auto e passeggero tratta Palermo/Tunisi A/R con sistemazione in cabina quadrupla all’andata e al ritorno; (POSSIBILITA’ DI CABINA SINGOLA/DOPPIA/TRIPLA SU RICHIESTA);
  • Pernotto, con sistemazione in camera doppia, e colazione in hotel ¾ stelle a TUNISI/HAMMAMET; (CAMERA SINGOLA A RICHIESTA);
  • ½ pensione, con sistemazione in camera doppia, in hotel 3/4 stelle a DOUZ; (POSSIBILITA’ DI CAMERA SINGOLA A RICHIESTA);
  • ½ pensione, in camera doppia, in hotel 3/4 stelle a KAIROUAN; (POSSIBILITA’ DI CAMERA SINGOLA SU RICHIESTA);
  • Assicurazione sanitaria per partecipanti (EuropAssistance o similare);
  • Assistenza tecnica e primo soccorso meccanico (intervento straordinario e riparazione imprevista, compatibilmente con il tempo a disposizione, la gravità del guasto ed i ricambi a disposizione);
  • Uso del telefono satellitare;
  • Due accompagnatori con veicolo di supporto;

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • I viveri e la cucina per i giorni di bivacco nel deserto;
  • I pasti consumati in ristoranti e sulla nave;
  • Le bibite nei ristoranti e negli alberghi;
  • Carburante per i veicoli propri;
  • Costo delle telefonate;
  • Tutto ciò che non è specificato nella voce “La quota comprende”

DOCUMENTI NECESSARI PER L’ESPATRIO

Per i proprietari di fuoristrada

  • Passaporto in corso di validità (minimo sei mesi dalla scadenza);
  • Carta di circolazione del mezzo;
  • Certificato di proprietà (foglio complementare) del mezzo;
  • Certificato di assicurazione con carta verde ( in mancanza da stipulare in Frontiera);
  • Patente di guida italiana;
  • Delega notarile se il pilota è diverso dall’intestatario del veicolo con la quale si autorizza la guida del mezzo.

Per persone trasportate

  • Passaporto in corso di validità (minimo sei mesi dalla scadenza).

9° Raduno Internazionale “Italia, Albania, Montenegro”

Desert Experience è lieta di presentare a tutti gli appassionati di viaggi & avventura il 9° Raduno Internazionale off road che partirà dall’ Italia per sbarcare in Albania e raggiungere il Montenegro, in programma dall’ 8 al 17 luglio. Il raduno, aperto a tutti i possessori di veicoli a trazione integrale, ha l’obiettivo di far scoprire l’immenso territorio dell’ Albania e del Montenegro che vantano, entrambe, bellezze naturali, ancora incontaminate dal turismo, storia, arte e cultura che da decenni si intrecciano con quelle italiane. Quest’angolo sconosciuto della penisola balcanica, grazie alla conformazione del territorio, è una meta perfetta per gli amanti dell’off road alla ricerca di paesaggi e ambienti naturali da scoprire. Ad accompagnare gli equipaggi in questo affascinante raid in terra d’Albania e Montenegro sarà lo staff di Desert Experience che fornirà un road book a tappe giornaliere con itinerari in off road e su strade nazionali, coordinate gps e cenni storici su luoghi di interesse artistico e culturale da visitare lungo il percorso. Desert Experience ti farà vivere questa nuova emozionante avventura!

SABATO 8 LUGLIO Appuntamento al porto di Bari per sistemazione ed organizzazione della carovana e successivo imbarco alla volta di Durazzo.

DOMENICA 9 – LUNEDI 10 – MARTEDI 11 IL RADUNO SI SVOLGERA’ IN ALBANIA. Lo start di partenza dal porto dal porto di Durazzo domenica mattina dopo le pratiche doganali. Percorsi di montagna e sterrati ci porteranno al centro dell’Albania. La nostra giornata si concluderà nel parco nazionale di “Lura”. dove allestiremo il bivacco per la notte. Campo libero con tenda personale in area non attrezzata. (DOMENICA) La carovana riparte in direzione nord imboccando una sterrato che si snoda lungo il fiume Drin in un canyon di spettacolare bellezza. Tappa di trasferimento veloce con una comoda e veloce autostrada e successivamente strada statale che ci porterà a Lezhe. Destinazione finale la località turistica di Shengjn. Raggiungeremo una pineta sulla spiaggia in riva al mare per sistemare il bivacco per la notte. Campo libero con tenda personale in area non attrezzata.

(LUNEDI) La mattina partenza, percorrendo un tratto di spiaggia, in direzione nord per raggiungere la splendida città di Skoder. Una fra le più grandi ed importanti città dell’Albania, fra le più antiche città d’Europa considerata “la culla della cultura albanese” oltre che “la Firenze dei Balcani”. Riprendiamo la nostra risalita verso nord e ci dirigiamo in una vallata spettacolare di straordinaria bellezza: la valle di Theth, anche questo parco nazionale. Il secondo per grandezza che si estende su una superficie di 2700 ettari, situato nel cuore delle Alpi Albanesi con cime dalle altezze mozzafiato che si aggirano sui 2500 mt.. Siamo al confine con il Montenegro. Per raggiungere questo angolo di paradiso percorreremo un immenso canyon che si snoda lungo il corso di un fiume camminando su un sentiero scavato sul costone della montagna che si affaccia a strapiombo nella valle sottostante. In questo scenario di straordinaria bellezza sarà possibile godere qualche ora di relax. La tappa si concluderà nella valle di Theth dove sarà possibile bivaccare con tenda personale in area libera non attrezzata o in area attrezzata, fruire delle guest house messe a disposizione dalle famiglie locali da contattare direttamente sul posto.

(MARTEDI) MERCOLEDI 12 – GIOVEDI 13 – VENERDI 14 – SABATO 15 – DOMENICA 16 IL RADUNO SI SPOSTERA’ IN MONTENEGRO. Lasciamo la valle di Theth risalendo da un sentiero sterrato ed impervio per scavalcare una delle creste più alte delle Alpi Albanesi, ovvero il monte Rodihmas alto circa mt. 2600. Transitiamo dalla frontiera ed entriamo in Montenegro dirigendoci verso Biogradska gora (i boschi di Biograd) immenso patrimonio ecologico per le generazioni future. Si tratta di una delle ultime tre foreste vergini rimaste in Europa, caratterizzate dalla tipica vegetazione lussureggiante. Il Parco Nazionale comprende 5400 ha della parte centrale del Monte Bjelasica, tra il fiume Tara e il Lim. L’80% di quest’area è coperta dai boschi. Molti alberi hanno più di 500 anni. Gli alberi secolari sono alti 40–50 m. L’intensa attività glaciale ha modellato varie formazioni geomorfologiche, come le valli fluviali e le vette montane, alcune alte più di 2000 m. Il lago più famoso e più grande dell’area è Bigradsko jezero, situato nel cuore del parco, a 1094 m sul livello del mare. In serata raggiungeremo il monte Komovi che con i suoi 2461 metri rappresenta una delle più alte vette del Montenegro Sistemazione ai piedi del massiccio del Monte Komovi dove sarà possibile bivaccare con tenda personale in area libera o fruire di modeste strutture turistiche da contattare direttamente sul posto.

(MERCOLEDI) Ripartiamo per raggiungere il massiccio di Durmitor e la vicina area del fiume Tara che sono il più maestoso spettacolo della natura del Montenegro e di tutta la penisola balcanica. Il canyon del fiume Tara, 1300 metri di profondità, è il secondo canyon più profondo al mondo dopo quello del Colorado, un vero e proprio tesoro naturale per la sua unicità e autenticità, tanto da essere dichiarato Parco Nazionale e anche patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il fiume Tara è considerato da molti come il più be fiume d’Europa per questo è chiamato “il gioiello d’Europa”. Il monte Durmitor e si suoi dintorni sono caratterizzati da una bellezza rara e selvaggia, una peculiare idrografia, una fauna e una flora interessantissime. I magnifici canyon dei fiumi Tara e Piva, 18 laghi glaciali (chiamati occhi della montagna), la ricchezza della flora e della fauna, la presenza di un gran numero di specie rare ed endemiche, attribuiscono al massiccio di Durmitor una straordinaria importanza dal punto di vista ambientale. La piccola città di Žabljak è la sede amministrativa del Parco ed è un importantissimo centro turistico. La lunghezza del fiume Tara dalla sorgente alla confluenza con il fiume Piva è di 150 km. La manifestazione farà base nel Parco Nazionale del Durmitor nel paesino di Zabljak dove sarà possibile bivaccare con tenda personale in area libera non attrezzata o in area attrezzata, fruire delle guest house o di strutture turistiche ricettive da contattare direttamente sul posto.

(GIOVEDI E VENERDI) I canyon del fiume Tara e dei suoi affluenti rappresentano una straordinaria bellezza naturale, unica nei Balcani e in Europa. Continuiamo il nostro tour per transitare dall’antica città di Cetinje circondata da colline di pietra possenti. La città venne fondata nel 1482 da Ivan Crnojevic, ultimo sovrano del potente stato medievale di Zeta, che scelse questo luogo inaccessibile per poter difendere facilmente il suo stato dagli invasori. La città-museo possiede le collezioni di armi più belle e meglio conservate dei Balcani, che rappresentano i massimi livelli raggiunti da quest’arte. Musei, gallerie, archivi e accademie d’arte rendono Cetinje uno dei centri turistici più importanti del Montenegro moderno. Il nostro tour continua alla volta della città di Kotor. Il centro urbano è situato all’interno delle mura che, per le loro peculiarità, costituiscono un esempio unico di fortificazione urbana sia dal punto di vista militare che estetico. All’interno della cinta muraria ci sono circa trenta chiese, di cui quattro, risalenti all’epoca medioevale, particolarmente importante di San Trifone, patrono del paese. Il centro storico dell’antica cittadina è caratterizzato da un insieme di 12 piazze di straordinaria bellezza. Nei pressi della cattedrale si può visitare il palazzo Grgurin che ospita il museo marittimo e la sua imponente collezione di testimonianze storiche di tutte le civiltà che hanno prosperato nelle Bocche di Cattaro. Centro artistico già famoso nel medioevo, ancora oggi la città contiene veri e propri tesori artistici, frutto dello scambio tra culture diverse: altari, dipinti di valore, icone, reliquari d’argento, affreschi. In questo stupendo paesino trascorreremo la serata di sabato e la mattinata di domenica. La manifestazione si fermerà nella cittadina di Kotor dove sarà possibile bivaccare con tenda personale in area attrezzata, fruire delle guest house o di strutture turistiche ricettive da contattare direttamente sul posto. (SABATO) DOMENICA 16 nelle ore pomeridiane trasferimento al porto di Bar dove si concluderà la manifestazione. Dopo le formalità doganali imbarco e partenza.

LUNEDI 17 arrivo al porto di Bari alle ore 07,30. Dopo formalità doganali caffè italiano ed un arrivederci alla prossima edizione. N.B. Il programma potrà subire delle variazioni di percorso a discrezione dell’organizzazione.

Merzouga Expedition 2017

Tra le dune del deserto e le suggestive città marocchine

MITSUBISHI CLUB ITALY MERZOUGA EXPEDITION: Un concentrato di sabbia e dune nei deserti del sud, percorrendo le piste rese celebri dalla Dakar!

Il fascino delle sue più belle Città Imperiali (Fes e Marrakech), le maestose Montagne dell’Atlas con i suoi paesaggi alpini, le magiche distese di sinuose dune, e migliaia di minuscoli villaggi ci riporteranno indietro nel tempo.

È uno dei viaggi più intensi che si possono affrontare per i diversi aspetti sociali e culturali che stupirà per l’imprevedibilità ricompensando con la bellezza, del paese, della cultura e degli incontri stupefacenti grazie ad un popolo misto arabi-berberi-africa nera. Etnie che coesistono senza problemi.

Il Marocco è sicuramente una festa dei sensi tra profumi, tradizioni e natura. La s ua magia ha i colori accesi delle maestose montagne dell’Atlante con i suoi paesaggi alpini, lo splendore delle spiagge finissime e delle antiche città, il calore delle feste e dei mercati.

Snobbato troppo spesso e immotivatamente dagli incalliti macinatori di dune è considerato invece dai Viaggiatori uno dei paesi più affascinanti del Nord Africa per la varietà dei paesaggi che lo caratterizza e che è impossibile da trovare altrove, in una unica destinazione.

I PRINCIPALI “NUMERI” DEL VIAGGIO:

DURATA: 13 giorni – 12 notti

PERCORRENZA: ca 2.500 km in Marocco

AUTONOMIA: serbatoi di serie

TIPOLOGIA DI DIFFICOLTÀ: medio/alta

IL PROGRAMMA:

12 maggio:

Partenza da Savona – Orario nave 00:30. Arrivo a Tangeri dopo circa 48 h, il giorno 15 maggio alle 06 del mattino – Dopo lo sbarco e passaggio dogana (prevediamo un paio d’ore) ci dirigeremo verso sud, e arriveremo a Chefchaouen. Visita alla meravigliosa candida medina con le sue case con gl’infissi di un blu indimenticabile, pranzo libero in uno dei tanti localini della cittadina e dopo pranzo si percorreranno alcune tortuose strade asfaltate sulle montagne del Medio Atlante per raggiungere Fes. Tour della città in auto. Ci raggiungerà oggi chi avrà deciso di arrivare in aereo per utilizzare i veicoli della scuola come passeggero o come driver. Cena e pernottamento in hotel. (km 360)

 


16 maggio:

Ci dirigiamo ancora decisi verso sud, in uno straordinario paesaggio montano di laghi e cascate. La traversata di Ifrane ci farà però pensare di essere arrivati in Svizzera. Le montagne sono la dimora della tribù berbera “beni mguild”, che vanta alcuni tra i migliori tessitori nomadi del Marocco. Passeremo nelle Gole dello Ziz, e il paesaggio comincerà ad esserci familiare: palmeti e dromedari ci segnalano che stiamo arrivando a Erfoud, il viaggio è spettacolare, con la strada che scende dall’altopiano alla valle con le sue pareti a picco e serpeggia tra i pochi villaggi. Cena e pernottamento in Hotel (km 410). Ci raggiungeranno coloro che arriveranno in aereo ed utilizzeranno un pajero sport a noleggio.

 


17-20 maggio: Queste 4 giornate saranno dedicate a sabbia e dune…! L’Erg Chebbi, detto anche di Merzouga dal nome del villaggio e avamposto militare sul confine meridionale. Queste dune sono le più alte del Marocco. Dalla loro cima, nelle giornate limpide, si riescono a vedere le vette del Gebel M’Goun a oltre 150 km di distanza assaporeremo la magia dei grandi Erg libici. Punteremo Taouz e prenderemo la vecchia pista “interdetta” passando da Ouzina e Ramlia puntando verso sud-est. Per rientrare comunque sempre la sera nel nostro fantastico Hotel. Cene e pernottamenti in Hotel. Tutti i pernottamenti sono previsti allo splendido hotel XALUCA. In fase organizzativa una notte di permanenza nel deserto nelle tende tuareg.(necessario sacco a pelo ed eventuale materassino)
21 maggio: Partiremo di buon’ora, passeremo Tinherir e Ouarzazate attraverso valli e villaggi fermi nel tempo, lungo la Strada delle 1000 kasbah, così denominata per i numerosi castelli di terra rossa che sbucano tra le palme. Avremo modo di fermarci a rimirare Ait-Benhadou e alla sua meravigliosa Kasbah, che sembra congelata nel tempo. Questa cittadella fortificata è tutelata dall’Unesco ed è stata il set cinematografico di diversi importanti film hollywoodiani, una piccola perla da non perdere assolutamente. Il nostro tour continua con una strada tutti tornanti fino al suggestivo passo Tizi N’Tichka a 2260 m.s.l.m. considerata non a torto come una delle strade più belle al mondo, arriveremo nel pomeriggio nel nostro Hotel a Marrakech! Giu sto il tempo di una doccia e andremo nella magia di piazza Djemaa El Fna. Giocolieri, mangiatori di fuoco, incantatori di serpenti saranno il nostro contorno di una cena nelle indimenticabili bancarelle della Piazza (km 500). Pernottamento in Hotel.

 

Food stalls and shopping at Djemaa el-Fna Square

 

22 maggio: Oggi salutiamo tutti coloro che sono arrivati in aereo. Nella mattinata scopriremo il fascino di questa impressionante Città “Imperiale” e dei suoi monumenti. La città ha un carattere tanto africano quanto arabo, che riflette il suo ruolo di crocevia per le carovane di viaggio lungo vie commerciali del Sahara. Città esotica visto che è punto di incontro di diverse culture e diversi paesi. In mattinata i monumenti storici chiusi fra le rosse mura di mattoni cotti dal sole nel labirinto del suk; la Moschea Koutoubia, le tombe Saadian, costruite da Ahmed el Mansour, sul sito di un vecchio cimitero riservato ai discendenti del Profeta, il Museo Dar Si Said che raccoglie una varietà di manufatti di diverso interesse in un Riad davvero particolare. Subito dopo pranzo si riparte in direzione di Tangeri, via autostrada, dove riprenderemo il traghetto per Genova, dove arriveremo il 24 maggio in serata inoltrata (km 600).

 


Il raduno verrà effettuato con un minimo di 14 partecipanti e 6 vetture. La conferma della prenotazione dovrà avvenire entro il 7 aprile.

Costi ed informazioni dettagliate si trovano all’interno dell’area riservata ai soci nel sito www.mitsubishiclubitaly.it da cui si accede con proprio login. Per l’iscrizione a questo raduno si consiglia comunque di contattare l’organizzazione che consiglierà il programma migliore personalizzato.

E’ infatti possibile raggiungere il gruppo tramite volo aereo e noleggiare una vettura in loco, oppure richiedere una vettura della Scuola Pilotaggio Mitsubishi come pilota o come passeggero.

 

 

 

6° Raduno Internazionale “Italia & Tunisia”

Raduno Internazionale Off Road Italia & Tunisia 2014-2015

Dopo il grande successo della seconda edizione, svoltasi lo scorso capodanno, Desert Experience Organization è lieta di invitare tutti gli appassionati di viaggi e avventura alla 3^ edizione del Raduno Internazionale Off Road Italia & Tunisia. La manifestazione sportiva fuoristradistica, non competitiva, in programma dal 27 Dicembre 2014 al 4 Gennaio 2015, accompagnerà appassionati e offroaders alla scoperta del territorio tunisino e delle sue bellezze paesaggistiche. Una settimana a trazione integrale – sapientemente proposta con la nuova formula “raduno” dedicata a chi del continente africano conosce già tutti i segreti ma anche a chi desidera avvicinarsi a questo paese per la prima volta, in piena autonomia ma in totale sicurezza, scegliendo come affrontare tappe e percorsi – che da Tunisi accompagnerà le quattro ruote motrici sino al Grand Erg Orientale transitando dai luoghi più suggestivi ed affascinanti della Tunisia. La manifestazione fuoristradistica è rivolta a tutti i possessori di veicoli a trazione integrale, con l’obiettivo di far scoprire, anche a chi è alla prima esperienza in terra d’Africa, le bellezze naturali, storiche e artistiche di questo angolo del continente africano promuovendo al contempo scambi socio-culturali e momenti di aggregazione con la popolazione locale. Situato nel cuore del Mediterraneo, il territorio tunisino – meta fra le più interessanti ed apprezzate del nord Africa – ben si presta ad ospitare questa terza edizione del raduno off road organizzato da Desert Experience grazie non solo alla posizione geografica molto vicina all’Italia ma anche alle affinità fra i popoli italiano e tunisino che da decenni si intrecciano fra loro mettendo in risalto le radici comuni dei due paesi. Ad accompagnare in questo suggestivo raid alla scoperta della Tunisia sarà ancora una volta lo staff di Desert Experience che fornirà agli equipaggi un road book a tappe giornaliere con percorsi da affrontare in off road, totalmente immersi in una natura incontaminata e fuori dalle tradizionali rotte del turismo, o in alternativa su strade nazionali: i partecipanti riceveranno inoltre coordinate gps e cenni storici su luoghi di interesse storico e artistico da visitare durante il raduno.



info su: www.desertexperience.eu 

[button color=”green” link=”http://www.offroadweb.it/forum/viewtopic.php?t=11115″ target=”_blank”]Forum 4×4 dedicato al 5° Raduno Internazionale [/button]

raduno tunisia per ORW bassa ris

MODULO ISCRIZIONE PASSEGGERO TUNISIA DICEMBRE 2014

MODULO ISCRIZIONE PILOTA TUNISIA DICEMBRE 2014

Programma-info Raduno Tunisia 2014-2015

7° Raduno Internazionale “Italia, Montenegro, Serbia, Bosnia”

Dopo il grande successo delle precedenti edizione del 2012, 2013 e 2014, Desert Experience è lieta di presentare a tutti gli appassionati di viaggi & avventura il 7° Raduno Internazionale off road che partirà dall’ Italia per sbarcare in Montenegro e raggiungere la Serbia e la Bosnia in programma dal 26 giugno al 6 Luglio. L’evento sportivo fuoristradistico non competitivo, che per la quarta volta sbarca nell’immenso territorio balcanico, per l’edizione del 2015 si svolgerà in parte in Montenegro per poi proseguire in Serbia ed in Bosnia e Rientrare in Montenegro, dal porto di Bar. Il raduno, aperto a tutti i possessori di veicoli a trazione integrale, ha l’obiettivo di far scoprire l’immenso territorio balcanico che vanta bellezze naturali, ancora incontaminate dal turismo, storia, arte e cultura che da decenni si intrecciano con quelle italiane. Quest’angolo sconosciuto della penisola balanica, grazie alla conformazione del territorio, è una meta perfetta per gli amanti dell’off road alla ricerca di paesaggi e ambienti naturali da scoprire. Ad accompagnare gli equipaggi in questo affascinante raid che si svolgerà in questo sconosciuto territorio sarà lo staff di Desert Experience che fornirà un road book a tappe giornaliere con itinerari in off road e su strade nazionali, coordinate gps e cenni storici su luoghi di interesse artistico e culturale da visitare lungo il percorso. Desert Experience ti aspetta per farti vivere questa nuova emozionante avventura!

www.desertexperience.eu

Programma Raduno Italia Montenegro Serbia Bosnia 2015

MODULO ISCRIZIONE PILOTA RADUNO 2015

MODULO ISCRIZIONE PASSEGGERO RADUNO 2015

The Discovery of Israel

Israele, uno stato da noi europei abitualmente conosciuto per le sue turbolenti vicissitudini politiche ma del quale poco conosciamo realmente e poco sappiamo della vita di tutti i giorni della sua popolazione. Grazie all’amicizia, nata in Bulgaria per la Balkan Breslau, con alcuni israeliani, ho deciso di partire ed andarli a trovare per poter toccare con mano la loro cultura, il loro modo di vivere ed in particolare  conoscere meglio il loro “mondo” del fuoristrada. Tsadi Maller, titolare della Rasta 4×4, Capara Adi Shafran, reporter e profonda conoscitrice del mondo offroad israeliano e Ran Setton, esperto fuoristradista con alle spalle alcune partecipazioni al Croatia Trophy, sono state le guide che mi hanno accompagnato in questa mia esperienza. La mia base è stata l’abitazione di Tsadi Maller situata nel moshav di Kfar Aviv; da qui, ogni giorno sono partito in compagnia dei miei amici per andare alla scoperta di questa terra e dei sui numerosi offroader. Il nord del paese è stato il mio primo contatto con questa nazione. Per raggiungere i confini con la Giordania e la Siria abbiamo attraversando alcune enclavi arabe, che nei giorni successivi al mio passaggio sono state protagoniste di episodi di rivolta a causa dell’uccisione di un ragazzo da parte delle forze dell’ordine. Dopo aver attraversato la Jezreel Valley e la valle del fiume Giordano, che funge da confine con la Giordania, lungo una splendida e panoramica strada asfaltata, siamo saliti sulle alture di Golan che dominano il mare di Galilea.

Sulla strada del rientro siamo passati al kibbutz Afikim per incontrare Sagi; uno dei meccanici che ha seguito il team israeliano in Bulgaria. Sagi e i miei amici mi raccontano delle numerose gare che venivano organizzate prima del 2012, anno in cui la federazione ha adottato gli standard FIA da applicarsi ad ogni evento e tutto è diventato più difficile e costoso. Il giorno successivo andiamo ad Afula per incontrare nel suo worlshop Hillel Segal, il navigatore che al fianco di Raz Heymann ha vinto la Balkan Breslau 2014 nella categoria Cross Country. Hillel corre da più di venti anni, ha partecipato a quattro Dakar e a molte altre competizioni in giro per il mondo. Nel pomeriggio raggiungiamo il kibbutz Geva dove ho appuntamento con alcuni team che praticano l’extreme. In Israele il fuoristrada estremo è molto praticato;  le gare avvengono in aree private e su percorsi per lo più artificiali dove il pubblico accorre numeroso. Il loro campionato è suddiviso in tre categorie: Series, Modified e Prototype. Al kibbutz Geva incontro il team Land Rover Geva composto da Ira Avni (pilota) e Negev Engel (navigatore) che gareggiano con un prototipo con motore LS2. Ira e Negev quest’anno hanno partecipato al Croatia Trophy. Il loro meccanico, Shahar Doron non corre, ma è proprietario di un bel Discovery I tagliato posteriormente con un motore Chevy 350 da 425 cavalli. Molto diverso è invece il 4×4 di Shay Shimony e Yoav Geva che partecipano alle competizioni di estremo in Israele nella categoria Modified. Il loro 4×4 è stato costruito partendo da un telaio Discovery I al quale è stato unito l’abitacolo di un Defender; tutte le altre parti della carrozzeria sono costruite artigianalmente. Nella stessa classe troviamo anche Shimon Reoven e Ran Setton, team B.Yanovieich. Il loro fuoristrada è una Storm in uso all’esercito egiziano. Si tratta di un 4×4 realizzato con molte parti Jeep. Shimon e Ran praticano fuoristrada da oltre 14 anni e da 6 anni corrono insieme. La giornata di giovedì 5 novembre l’ho passata a Gedera dove si trova la Rasta 4×4. Questa azienda nata nel 2002 si è specializzata nella realizzazione di piastre di protezione in alluminio per ogni tipo di fuoristrada e SUV. Tutta la progettazione e produzione è interna e la cura del prodotto è maniacale. In Israele, la Rasta 4×4 è il primo equipaggiamento per ogni veicolo a trazione integrale e l’azienda di Tsadi è fornitore ufficiale di quasi tutti gli importatori automobilistici israeliani. La Rasta 4×4 collabora inoltre con le forze dell’ordine per la realizzazione di allestimenti e veicoli speciali.

La giornata si è poi conclusa, sempre in Rasta 4×4, con un party dedicato agli equipaggi che hanno partecipato alla Balkan Breslau e dove il mio amico Chris Armelin ha presentato l’edizione 2015 del Carta Rallye. Nel mio piccolo sono stato anche io protagonista della serata con un workshop sulla fotografia di motorsports. Ho terminato questa fantastica esperienza con un viaggio nel deserto del Negev situato nella parte sud dello stato d’Israele.  Io e Chris Armelin abbiamo viaggiato con Tsadi Maller a bordo della sua bellissima Jeep CJ6 del 1977 mentre Capara Adi Shafran e Ran Setton sono a bordo di una Rexton W 2.0 Xdi che ci è stata consegnata da Ssangyong Israele per testarla durante il nostro viaggio e per realizzare alcune immagini pubblicitarie. Partiamo in direzione sud verso Be’er Sheva, per poi dirigerci verso Mitzpe Ramon da dove scendiamo nel Cratere di Ramon che ci offre un paesaggio unico. I primi chilometri nel deserto del Negev li percorriamo in una piana circondata da montagne dai colori unici. Poi il paesaggio cambia totalmente quando entriamo nel Wadi Nekarot, un profondo canyon che percorriamo quasi per intero sino ad arrivare al punto dove abbiamo allestito il nostro bivacco per la notte.

L’indomani ripartiamo e dopo qualche chilometro, lasciamo il Wadi Nekarot e la Via dell’Incenso per salire su di un altopiano, dove il paesaggio è ancora una volta diverso, e raggiungiamo le rovine del caravanserraglio di Katsera da dove si gode di una fantastica vista sulla vallata sottostante. Da qui continuiamo il nostro percorso sino al Moshav Tzofar, a pochi chilometri dal confine con la Giordania, dove riprendiamo l’asfalto dirigendoci verso il Mar Morto; la depressione più profonda della Terra. Termina qui questa mia bellissima avventura in Israele che mi vedrà ritornare, spero presto, per scoprire tutto quello che non sono riuscito a vedere in questa mia breve ma intensa visita.

5° Raduno Internazionale “Italia, Albania, Montenegro”

5°raduno internazionale Italia-Albania-Montenegro organizzato da Desert Experience dal 21 al 29 giugno

Dopo il grande successo delle precedenti edizione del 2012 e 2013, Desert Experience è lieta di presentare a tutti gli appassionati di viaggi & avventura il 5° Raduno Internazionale off road che partirà dall’ Italia per sbarcare in Albania e raggiungere il Montenegro in programma dal 21 al 29 Giugno.
L’evento sportivo fuoristradistico non competitivo, che per la terza volta sbarca nel “paese delle aquile”, per l’edizione del 2014 si svolgerà anche in Montenegro.
Il raduno, aperto a tutti i possessori di veicoli a trazione integrale, ha l’obiettivo di far scoprire l’immenso territorio dell’ Albania e del Montenegro che vantano, entrambe, bellezze naturali, ancora incontaminate dal turismo, storia, arte e cultura che da decenni si intrecciano con quelle italiane. Quest’angolo sconosciuto della penisola iberica, grazie alla conformazione del territorio, è una meta perfetta per gli amanti dell’off road alla ricerca di paesaggi e ambienti naturali da scoprire. Ad accompagnare gli equipaggi in questo affascinante raid in terra d’Albania e Montenegro sarà lo staff di Desert Experience che fornirà un road book a tappe giornaliere con itinerari in off road e su strade nazionali, coordinate gps e cenni storici su luoghi di interesse artistico e culturale da visitare lungo il percorso.
Desert Experience ti aspetta per farti vivere questa nuova emozionante avventura!

QUOTA PARTECIPAZIONE:

ISCRIZIONE PILOTA: euro 300,00;
ISCRIZIONE COPILOTA : euro 300,00;
ISCRIZIONE PASSEGGERI: euro 100,00 (cadauno)

LA QUOTA ISCRIZIONE COMPRENDE:
cena con piatti tipici della cucina albanese presso un’ abitazione di una famiglia nella valle di Theth;
cena con piatti tipici della cucina montenegrina presso un’ abitazione di una famiglia nel Parco Nazionale di Biogradska gora;
polizza sanitaria per i partecipanti;
assistenza meccanica di primo intervento;
assistenza logistica lungo il percorso;
targa ricordo;
gadget.

copertina 2014 copia2

Ben 45 i 4×4 presenti e 92 persone partecipanti, supportati da uno staff di 10 persone, dotato di 6 fuoristrada attrezzati per ogni evenienza.

La formula prevede un roadbook giornaliero, con partenza dal punto di arrivo del giorno precedente, e la possibilità di decidere in
autonomia quando partire e quante e quali soste effettuare nell’arco della giornata. Desert Experience è la prima ad organizzare un
evento di questo tipo che attraversa 3 nazioni. Alcuni equipaggi hanno già partecipato alle precedenti edizioni, a riprova della bontà del raduno. Un viaggio epico attraverso Paesi poco conosciuti, ma che ci hanno regalato paesaggi incantevoli e scenari di rara bellezza.
Abbiamo attraversato foreste vergini, parchi nazionali, fiumi e canyon patrimonio dell’UNESCO.

INFO:
ORGANIZZATORE Desert Experience
CONTATTI www.desertexperience.eu
info@desertexperience.it
DURATA VIAGGIO 8 giorni
KM PERCORSI 1.350 km, di cui
900 in offroad
TAPPA PIÙ LUNGA 220 km
DIFFICOLTÀ medio/bassa, adatta
anche a vetture non preparate
VETTURE 45
PARTECIPANTI 92
AUTO PIÙ VETUSTA Fiat
Campagnola del 1982
CITTÀ ATTRAVERSATE Bari, Durazzo,Vore, Ahmetaq, Burrel, Kukes, Shinjin, Shkodër, Plav, Berane, Zabljack, Kotor, Budua, Bar

PHOTO: Team ORW

info su: www.desertexperience.eu

Informazioni: Nando – Orazio

Sif es Souane Destination

Dalla Sicilia alla Tunisia a Marzo 2014 per un’emozionante avventura a trazione integrale alla scoperta dei più suggestivi percorsi del sud ovest tunisino. Un itinerario ben diverso.. SIF ES SOUANE meta poco conosciuta..

Protagoniste di questo raid in 4×4 organizzato da Desert Experience (www.desertexperience.eu) 8 fuoristrada, 5 Toyota, 3 Nissan impegnate per una settimana ad affrontare quel lembo di deserto tunisino al confine con l’Algeria sulle tracce degli R’baya, allevatori nomadi che di quei territori hanno fatto la loro dimora pur costretti a spostarsi spesso alla ricerca di pascoli e acqua per il bestiame.

Un raid a quattro ruote motrici molto impegnativo, su piste sterrate e dune fra le più tecniche/alte del territorio tunisino dove sabbia soffice e stretti gassi rendono il gioco (a trazione integrale) ancora più divertente! Equipaggiate di tutto punto con serbatoi supplementari per carburante ed acqua, moderni sistemi di aspirazione, blocchi e pneumatici da sabbia, le fuoristrada di questo extreme tour nel sud della Tunisia si sono esibite in spettacolari manovre acrobatiche dove la scelta della traiettoria migliore e la pressione a 0.6 bar delle all terrain sono state ottime compagne di avventura.

foto 2

Organizzazione: www.desertexperience.eu

Main Partner ORW: www.offroadweb.it

[button size=”small” color=”black” style=”none” new_window=”true” link=”http://www.youtube.com/watch?v=EzAFq8qv310=share&list=UUv6BClTdJnJRpkFPsUhBnwA&index=2″]Video[/button]

4° Raduno Internazionale “Italia & Tunisia”

4° Raduno Internazionale Off Road Italia & Tunisia 2013-2014

Dopo il grande successo della prima edizione, svoltasi lo scorso capodanno, Desert Experience Organization è lieta di invitare tutti gli appassionati di viaggi e avventura alla 2^ edizione del Raduno Internazionale Off Road Italia & Tunisia. La manifestazione sportiva fuoristradistica, non competitiva, in programma dal 28 Dicembre 2013 al 5 Gennaio 2014, accompagnerà appassionati e offroaders alla scoperta del territorio tunisino e delle sue bellezze paesaggistiche. Una settimana a trazione integrale – sapientemente proposta con la nuova formula “raduno” dedicata a chi del continente africano conosce già tutti i segreti ma anche a chi desidera avvicinarsi a questo paese per la prima volta, in piena autonomia ma in totale sicurezza, scegliendo come affrontare tappe e percorsi – che da Tunisi accompagnerà le quattro ruote motrici sino a Douz e all’oasi di Ksar Ghilane, da sempre famose per gli esperti africani, passando per Kairouan e Matmata, fra i luoghi più suggestivi della Tunisia per i centri artigianali e l’architettura troglodita. La manifestazione fuoristradistica è rivolta a tutti i possessori di veicoli a trazione integrale, con l’obiettivo di far scoprire, anche a chi è alla prima esperienza in terra d’Africa, le bellezze naturali, storiche e artistiche di questo angolo del continente africano promuovendo al contempo scambi socio-culturali e momenti di aggregazione con la popolazione locale. Situato nel cuore del Mediterraneo, il territorio tunisino – meta fra le più interessanti ed apprezzate del nord Africa – ben si presta ad ospitare questa prima edizione del raduno off road organizzato da Desert Experience grazie non solo alla posizione geografica molto vicina all’Italia ma anche alle affinità fra i popoli italiano e tunisino che da decenni si intrecciano fra loro mettendo in risalto le radici comuni dei due paesi. Ad accompagnare in questo suggestivo raid alla scoperta della Tunisia sarà ancora una volta lo staff di Desert Experience che fornirà agli equipaggi un road book a tappe giornaliere con percorsi da affrontare in off road, totalmente immersi in una natura incontaminata e fuori dalle tradizionali rotte del turismo, o in alternativa su strade nazionali: i partecipanti riceveranno inoltre coordinate gps e cenni storici su luoghi di interesse storico e artistico da visitare durante il raduno.

 Scarica il depliant del 4° Raduno Internazionale Off Road Italia – Tunisia 2014

 Scarica il Modulo Iscrizione Pilota

 Scarica il Modulo Iscrizione Passeggero

 Scarico di Responsabilità

[button color=”green” link=”http://www.offroadweb.it/forum/viewtopic.php?t=10155″ target=”_blank”]Forum 4×4 dedicato al 4° Raduno Internazionale Off Road Italia & Tunisia 2014[/button]

Scarica la locandina del 4° Raduno Internazionale Italia & Tunisia 2013-2014