5° Duro & Puro – Club 4WD Acireale F.I.F. – Domenica 16 Novembre 2014

 

5° Duro & Puro – Club 4WD Acireale F.I.F. – Domenica 16 Novembre 2014

 

banner

 

10744919_10204214575678314_1808776482_n

 

[button color=”red” link=”http://www.offroadweb.it/forum/viewtopic.php?p=242927#242927″]FORUM DEDICATO[/button]

 

fif-

Foto TEAM ORW: Davide Pantè

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Carica altre foto

Campionato Italiano XTC 4X4 – Premiazione Campioni Italiani 2014 – 4×4 Fest Carrara (MS) 12 Ottobre 2014

Campioni Italiani 2014

Domenica 12 ottobre a Carrara (MS) durante il 4×4 Fest, presso lo stand della UISP, sotto la cui egida si corre l’XTC, si sono svolte le premiazioni che hanno incoronato i Campioni Italiani 2014 dell’Extreme Trophy Cahallenge. Si è trattato di una degna conclusione, sia per i concorrenti che per gli organizzatori, dopo un lungo anno di gare che sicuramente ha regalato molte soddisfazione, tante emozioni, parecchie gioie ed anche alcune delusioni. La premiazione effettuata da Nicola Bianchi ha rappresentato per tutti gli equipaggi il culmine della loro attività sportiva ed in particolar modo per i Campioni Italiani 2014 che il prossimo anno dovranno dimostrarsi all’altezza di questo importante titolo.

Categoria per categoria, ecco i piloti e i navigatori iridati che potranno sfoggiare lo scudetto tricolore:

Piloti:
Speciali: Matteo Buggiani
Preparati: Gianluca Nardi
Superserie: Andrea Musiani

Navigatori:
Speciali: Mariano Pellegrini
Preparati: Tommaso Nozzolini
Superserie: Paolocarlo Donati

In questa particolare occasione sono state anche presentate, in via ufficiosa, le possibili date per il campionato 2015 che qui riportiamo:
7/8 marzo, 11/12 (18/19) aprile, 23/24 maggio, 4/5 (11/12) luglio, 12/13 settembre. Le premiazioni, come consuetudine, si terranno nel mese di ottobre al 4×4 Fest.

Doverosi, a conclusione di questa annata sono i ringraziamenti a tutti i Club che hanno reso possibile la stagione 2014, ai commissari del Friuli Fuoristrada e ai nostri sponsor e partner che grazie al loro supporto e contributo hanno reso possibile l’organizzazione di questo campionato.

Classifica 2014 XTC 4×4

SPECIALI PILOTI

1 class. Buggiani Matteo
2 class. Tadini Lorenzo
3 class. Cognini Simone

SPECIALI NAVIGATORI

1 class. Pellegrini Mariano
2 class. Fiorenza Marco
3 class. Aguzzi Andrea

PREPARATI PILOTI

1 class. Nardi Gianluca
2 class. Arezio Davide
3 class. Nannini Massimiliano

PREPARATI NAVIGATORI

1 class. Nozzolini Tommaso
2 class. Bindi Simone
3 class. Adami Thomas

SUPERSERIE PILOTI

1 class. Musiani Andrea
2 class. Loreti Francesco
3 class. Tironi Stefano

SUPERSERIE NAVIGATORI

1 class. Donati Paolocarlo
2 class. Benedetti Andrea
3 class. Raul Gersbach Raul

MAIN SPONSOR:
TRACTION 4X4: www.traction4x4.it – info@traction4x4.it
SPONSOR:
EURO4X4PARTS: www.euro4x4parts.com
4TECHNIQUE: www.4technique.it – info@4technique
MIDLAND: : www.midlandradio.it

 

Testo e foto di Paolo Baraldi

www.paolobaraldi.it

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Carica altre foto

Campionato Italiano XTC 4X4 – Tappa finale Collazzone (PG) 4-5 Ottobre 2014

xtc 2014 

Finale di Collazzone (PG)
L’attesa finale del campionato italiano XTC 4×4 è andata in scena nel weekend del 4 e 5 ottobre;
l’organizzatore Nicola Bianchi per questo importante evento ha scelto la location umbra della TAV
Piancardato di Collazzone dove quest’anno si era già disputata un’altra tappa dell’XTC. La scelta,

più che azzeccata, ha permesso a Bianchi, coadiuvato dall’operoso club locale Brigata Off-Road
4×4 e dal Friuli Fuoristrada, di tracciare ben dieci prove speciali le quali presentavano una variegata
diversità di terreni sui quali i ben 16 equipaggi iscritti alla gara si sono potuti sfidare per decretare i
campioni 2014. Infatti, solo nella categoria SuperSerie era già stato assegnato il titolo mentre tra gli
Speciali ed i Preparati i giochi erano ancora aperti e non vi neghiamo che a Collazzone siamo stati
testimoni di inaspettate sorprese che vi sveleremo alle premiazioni del campionato che si
svolgeranno domenica 12 ottobre al 4×4 Fest di Carrara presso lo stand UISP. Ma torniamo alla
cronaca di questa finale; come accennato erano ben 16 i team in gara: 1 tra i SuperSerie, 9 tra i
Preparati e 6 tra gli Speciali. Dopo le verifiche ed il briefing del sabato mattina si è entrati subito nel
vivo della corsa con le sei prove speciali che hanno messo i concorrenti di fronte alla particolare
morfologia dell’area, la quale ha richiesto sia una buona abilità di guida da parte dei piloti che un
preciso ed attento lavoro a terra da parte dei navigatori. Inutile dirlo che sin dalle prime battute la
lotta sportiva tra i vari equipaggi è stata molto serrata; nessuno voleva sfigurare sia tra veterani di
questo campionato che tra gli esordienti e di fatto lo spettacolo è stato assicurato per la gioia del
numeroso pubblico e perché no anche per il divertimento dei partecipanti stessi. Sin dalle prime
battute di gara, gli ex SuperSerie Musiani e Donati passati nei Preparati, si sono dimostrati
all’altezza della nuova categoria dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, tutta la loro bravura in
questa disciplina. Negli Speciali abbiamo assistito alla consueta dimostrazione di stile da parte di
Buggiani e Pellegrini, i quali con la calma e sicurezza che li contraddistingue da sempre hanno
affrontato tutte le prove in aderenza e sicurezza. Lo spettacolo nella categoria regina è stato invece
offerto dai fratelli Cognini che con i rispettivi 4×4 e navigatori hanno sfoggiato tutta la loro voglia
di dare “gas”; lo stesso vale anche per Lorenzo Tadini ed il suoi bolide su base Mercedes.
Domenica, ultimo giorno di gara, alcuni concorrenti, per lo più nei Preparati, dove tutto era ancora
in gioco, si sono fatti prendere dall’ansia da prestazione in vista del risultato nel campionato
commettendo alcune “pecche” che hanno compromesso la loro possibile vittoria. Questa situazione
ha lasciato la strada aperta a Benigni e Musiani, rispettivamente primi e secondi nella classifica di
tappa e a Gianluca Nardi, terzo sul podio, che saggiamente ha disputato la sua corsa senza esagerare
e senza preoccupazioni; strategia di gara ottima in vista anche del tricolore finale. Negli Speciali la
vittoria è andata a Matteo Buggiani, navigato da Mariano Pellegrini, che ha saputo controllare gli  avversari più temuti come Simone Cognini e Lorenzo Tadini rispettivamente secondo e terzo. Vi lasciamo e concludiamo questo report con un po’ di suspense; non vi sveleremo quali sono i piloti ed i navigatori che si potranno fregiare del titolo di campioni 2014. L’annuncio ufficiale verrà dato domenica 12 ottobre a Carrara durante la cerimonia di premiazione del campionato 2014.

FINAL STAGE XTC Comunicato Stampa 09-14

 

MAIN SPONSOR:

TRACTION 4X4: www.traction4x4.it – info@traction4x4.it

SPONSOR:

EURO4X4PARTS: www.euro4x4parts.com

4TECHNIQUE: www.4technique.it – info@4technique

MIDLAND: www.midlandeurope.com

 

Testo e foto di Paolo Baraldi

www.paolobaraldi.it

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Carica altre foto

Premiazione Campionato Italiano XTC 12 OTTOBRE 2014 al 4×4 Fest

locandina_premiazioni

Premiazioni dell’XTC domenica 12 ottobre a Carrara al 4×4 Fest

 

KiT PROJECT powered by Paolo Baraldi Fotografo – www.paolobaraldi.it–info@paolobaraldi.it

 

BALKAN BRESLAU 2014 – Bulgaria 20-27 Settembre

BALKAN BRESLAU 2014
20-27 SETTEMBRE
BULGARIA
FOTO E TESTO DI PAOLO BARALDI

ADDICTION GUARANTEED! Così recitava lo slogan di presentazione della Balkan Breslau 2014 che si è appena conclusa. Al suo quarto anno di vita questa competizione, che si svolge nella bella terra bulgara, ha lanciato le basi per il suo grande successo con l’edizione del 2013 che oltre ad essere diventata famosa per gli ottimi tracciati di gara è stata apprezzata da tutti per la particolare atmosfera sia nei bivacchi che durante le serate sulla spiaggia del Mar Nero. Concorrenti, organizzazione e media si sono ritrovati per l’inizio di questa nuova avventura presso il grande centro turistico di Albena, a pochi chilometri da Varna, che si affaccia sul Mar Nero. Qui si sono svolte le iscrizioni ed i controlli tecnici dei veicoli. Sabato 20 settembre si è entrati nel vivo della competizione con lo show-start avvenuto nella piazza centrale di Varna, subito seguito dalla prima tappa che ha messo i concorrenti in contatto con il terreno bulgaro. Moto, quad, side by side, auto ed un camion, suddivisi tra Extreme e Cross Country, si sono dati subito battaglia per cercare di raggiungere la miglior posizione possibile in classifica. Il programma di questa settimana corsaiola prevedeva tre fondamentali fasi con altrettanti tre campi. Ad Albena il terreno si è dimostrato più adatto ai veloci Cross Country che hanno potuto sfoderare tutta la loro potenza. Da Sliven, secondo bivacco, il terreno si è modificato offrendo interessanti tracciati per gli Extreme che si sono dovuti confrontare con torrenti, rocce e paludi e se ciò non bastasse anche con una pioggia incessante che ha resto tutto più arduo. Qui a Sliven abbiamo assistito anche alle affascinanti partenze delle tappe da un vecchio ex aeroporto militare che, grazie alla calda luce mattutina a reso questo momento molto emozionante. La terza ed ultima fase della Balkan Breslau si è svolta di nuovo nel comprensorio di Varna, con bivacco presso l’accogliente resort di Albena. Durante il trasferimento da Sliven ad Albena la carovana della Breslau è passata con una prova speciale lungo l’ incantevole spiaggia divenuta famosa nel 2013 per l’indimenticabile finish della corsa. Gli ultimi momenti di gara sono stati caratterizzati da una forte pioggia che ha reso i percorsi talmente scivolosi da far prendere la decisione all’organizzatore Alex Kovatchev di non far gareggiare nella speciale finale le moto ed i quad; troppo pericoloso. Complessivamente questa Balkan Breslau si è dimostrata all’altezza delle aspettative con percorsi adatti ad entrambe le categorie e con road book perfetti. Sabato sera, presso un ristorante sulla spiaggia si sono svolte le premiazioni che hanno visto primeggiare con onore tra i Cross Country il team Israeliano, alla loro seconda esperienza in Bulgaria, composto da Raz Heymann e Hillel Segal che hanno distanziato di poco più di un ora il testesco Frank Stensky e poco meno di due ore il bulgaro Desislav Slavchev. A proposito del team israeliano, presente con un seconda vettura guidata da Gal Shacham, accompagnato dal navigatore Nimrod Ofir, e con il motociclista Doron Winter purtroppo ritiratosi per un incidente, è doveroso ricordare la loro grande sportività verso tutti gli altri avversari, il continuo aiuto offerto agli altri team e, soprattutto, la grande emozione che hanno portato dalla loro terra e regalato a tutti i presenti. Complimenti veramente! Tra gli Extreme, la vittoria è andata al tedesco Martin Haehle ritornato sul gradino più alto del podio in questa corsa dopo il digiuno dello scorso anno. Nei side by side, la famiglia Gauthier dalla Francia, con la giovane Lea ed il padre Philippe, hanno riconfermato la loro supremazia vincendo per la seconda volta consecutiva la Balkan Breslau. Tra le moto ha vinto l’austrico Beat Juen a bordo di una KTM 530 e tra i quad ha vinto il cecoslovacco Tomas Kubiena. L’Italia è stata rappresentata nella categoria auto Extreme da Pierluigi Vicentini e Samuel Giovannetti, ventunesimo nella generale, e da Ernest Amort navigato dall’austriaco Adi Ruhaltinger che si sono classificati noni. In conclusione non ci resta che ricordare, come recita lo slogan della Balkan che non si è trattato solo di una corsa ma di una manifestazione completa dove l’aspetto umano è sempre stato presente e dove i concorrenti una volta tolto il casco sono tutti amici e pronti ad aiutarsi e festeggiare insieme… questo è il vero spirito che ci piace vedere in una gara.

Classifice complete su: www.rallye-breslau.com

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Carica altre foto

WTI 2014 – Warn Trophy Italia Campionato Fuoristrada Estremo 4ª Tappa Vagli (LUCCA) Settembre 2014

 

COPERTINA WTI

 

I TEAM PIZZORNE BLINDOBOT E TADINI SI AGGIUDICANO LA VITTORIA DELLA 4^ MANCHE DEL WARN TROPHY ITALIA CONQUISTANDO IL PODIO ASSOLUTO DELLE CATEGORIE EXTREME E LIMITED 38. A DOLFI IL PRIMO POSTO DELLA CLASSE UTV CHE A VAGLI HA FATTO IL SUO DEBUTTO NELLA STAGIONE SPORTIVA 2014. LA FINALE DEL CAMPIONATO SI SVOLGERA’ IL 18 & 19 OTTOBRE A BOLSENA, IN PROVINCIA DI VITERBO

 

Vagli (Lucca) – Se a rendere avvincenti le gare del Warn Trophy Italia c’era già bagarre sportiva a sufficienza fra gli equipaggi più blasonati di questa specialità motoristica, l’organizzatore del campionato italiano di fuoristrada estremo, Riccardo Pisani, ci ha messo del suo aggiungendo una nuova categoria accanto alle due esistenti, Extreme e Limited 38. A far così compagnia al Team Pizzorne Blindobot del duo Doc/Ceppa su Wrangler TJ e all’agguerrito Team Tadini, sul gradino più alto del podio in quel della provincia di Lucca si è piazzato Filippo Dolfi, navigato da Jacopo Baroni, che alla manche toscana di Vagli ha debuttato alla guida di un performante side by side. A dare il via alla penultima tappa del campionato sportivo promosso da DeadDogs Promotion sotto l’egida dell’Ente Nazionale Fiamma Fuoristrada è stata la giornata di sabato 13 Settembre quando i 13 equipaggi si sono dati appuntamento allo start della kermesse schierandosi in 5 per entrambe le categorie Extreme e Limited 38 e in 3 per la new entry UTV. Grazie alla Traction4x4 e al premio offerto (un buono da 250 Euro) per i partecipanti all’omonimo trofeo, tutti gli iscritti alla manche si sono sfidati su uno specifico tracciato a trazione integrale che ha assegnato la vittoria finale al Team Doc Crawler di Francesco Nano, su tubolare 6.0 V8, che ha fatto registrare il miglior tempo assoluto (1’28”) seguito da Tadini (1’41”) e dagli equipaggi Doc Spider e Spider entrambi al finish in 1’43”. Buono anche il tempo del Team Mazzega, su UTV, che ha raggiunto il traguardo in 2’20”. Due le prove speciali allestite per la giornata di sabato, con un percorso di circa 4 chilometri, per i team su side by side. A far registrare il best lap nella prima frazione di gara è stato un agguerrito Team Dolfi con 18’13” seguito con pochi secondi di distacco (18’38”) da Roberto e Max del Team Mazzega e dal Team Gasusa di Diego & Daniele al terzo piazzamento con 29’06”. Stessa classifica provvisoria anche per la seconda PS di sabato che si è però sviluppata su 2 giri totali (anziché su 3) con Dolfi al finish in 11’29” davanti a Mazzega (12’30”) e a Gasusa (18’28”). Una sfida motoristica decisamente interessante quella fra i tre equipaggi alla guida di UTV che hanno dimostrato di poter rendere ancora più competitivo il Warn Trophy Italia con l’inserimento di questa nuova categoria. Se Dolfi ha messo in pratica le abili doti da fast driver che lo hanno caratterizzato sin’ora alla guida del suo proto ex Civf, Roberto Mazzega, nonostante la torsione del braccio anteriore destro del suo nuovo mezzo 4WD, ha dimostrato di possedere tutte le carte in regola per presentarsi come un agguerrito rivale del pilota toscano. Due anche le manche per gli iscritti alla Limited 38 che si sono destreggiati su un tracciato di 5 km da ripetersi 3 volte. Dei 5 partenti solo 2 (Tadini e Savona Fuoristrada) sono arrivati però al finish della PS fermando il cronometro rispettivamente in 60’25” e 62’27”; Doc Spider, Mcgiver e Ignorant 4×4 per via di noie meccaniche ai loro mezzi non sono infatti riusciti a tagliare il nastro di arrivo entro il tempo massimo stabilito per questa prova. Alla partenza del 2° settore selettivo di sabato si sono invece schierati solo 3 dei 5 equipaggi iscritti (Mcgiver e Ignorant 4×4 hanno preferito ultimare in tranquillità le riparazioni): ad aggiudicarsi il miglior tempo è stato Girolamo Rocca del Team Doc Spider che ha concluso in 37’24” davanti a Tadini (40’31”) e a Sciambré/Carlo del Team Savona Fuoristrada con un tempo di 58’07”, quest’ultimi attardati purtroppo da una foratura. Bagarre, com’era immaginabile, anche fra gli schieramenti della categoria Extreme protagonisti di un primo giro della lunghezza di 6 km con parte finale di 800 metri tecnica e impegnativa. A conquistare la pole provvisoria è stato il Team Spider in 47’56” seguito da Doc Crawler in 48’15” davanti a Team Rutam (61’58”) e Pizzorne Blindobot (63’31”). A causa di un problema al motore il Team Dalto non ha invece potuto prendere parte alla prima frazione di gara. La seconda PS allestita per la Extreme prevedeva un percorso di 3 km con discesa e risalita da due differenti torrenti in secca dove solo 3 dei 4 equipaggi rimasti in gara sono riusciti a concludere la prova in tempo utile per la classifica finale: ad aggiudicarsi il miglior tempo è stato il Team Doc Crawler con un crono di 27’16” seguito a distanza dal Team Pizzorne Blindobot con 46’31” e dal Team Rutam con 53’33”. La seconda giornata di gara, domenica 14, ha preso il via con la prova prevista per gli UTV e i mezzi della Limited 38 che si sono esibiti sullo stesso percorso del sabato effettuato però in senso contrario: a impegnare gli equipaggi di questa 4^ tappa del WTI 2014 è stato soprattutto un tratto di torrente con rocce e una salita resa ancor più impegnativa dal fango presente tanto da richiedere sia ai team UTV che a quelli Limited 38 l’utilizzo del winch per poterla superare. Se tra gli UTV a spuntare il best lap è stato ancora una volta Filippo Dolfi in 13’32” (davanti a Mazzega e Gasusa), il primo classificato della Limited è stato Tadini in 20’28” che ha preceduto di poco meno di un minuto il Team Savona Fuoristrada (21’24”). Sul podio dell’Extreme – che prevedeva la tappa del sabato al contrario – la vittoria è andata al Team Pizzorne con 58’10” seguito dal Team Rutam (64’56”) mentre Doc Crawler, a causa di noie meccaniche, non è riuscito a completare la prova nel tempo massimo di 90 minuti riportando così una penalità di ulteriori 20 minuti. Grazie ai punteggi ottenuti nelle varie prove, a vincere questa tappa del WTI per la categoria UTV è stato Dolfi in 45’57” mentre al 2° e 3° piazzamento si sono classificati Mazzega e Gasusa. Per la Limited 38 il podio assoluto è andato a Tadini con 123’05” davanti a Savona Fuoristrada (144’09”) e a Doc Spider (179’07”) mentre per gli Extreme la vittoria assoluta se l’è aggiudicata Pizzorne Blindobot con 170’05” davanti a Rutam (182’13”) e a Doc Crawler (186’59”). Ad una manche dalla fine della stagione sportiva 2014 il campionato vede al comando della classe Extreme Doc Crawler con 68 punti seguito da Rutam con 65 e Pizzorne con 54 pt mentre al vertice della Limited 38 c’è Doc Spider (65 pt) seguito dal Team Savona Fuoristrada (58pt) e da Tadini (30 pt). Ad assegnare l’ambito titolo di campioni italiani 2014 sarà dunque la prossima e ultima gara del Warn Trophy che si svolgerà nel week end del 18 e 19 Ottobre a Bolsena, in provincia di Viterbo. Per informazioni: www.deaddogs.it. A.S.DeadDogs ringrazia 4Technique, Traction 4×4, Warn, MB Corse, Rock’s, SRM 4×4, Italia 4×4, Euro4x4Parts, Dirty Garage, 4WD Italia e Automoto TV; Mario Puglia, sindaco di Vagli Sotto, e l’Amministrazione Comunale per la preziosa collaborazione; il Campeggio Rio Vaiano per l’ospitalità; Beppe Siggia per l’aiuto nella realizzazione dei percorsi di gara; tutti gli equipaggi partecipanti alla manche e il numeroso pubblico presente.

 

Classifica WTI 2014 dopo 4^ tappa Vagli:

EXTREME: Team Doc Crawler 68 pt; Team Rutam 65 pt; Team Pizzorne Blindobot 54 pt; Team Dalto 34 pt; Team Spider 10 pt; Team Ignorant 4×4 10 pt; Team Ciani 7 pt; Team Pizzorne (2) 4 pt.

LIMITED 38: Team Doc Spider 65 pt; Team Savona Fuoristrada 58 pt; Team Tadini 30 pt; Team Caffaz 21 pt; Team Dolfi 20 pt; Team MB Corse 18; Team Buggiani 17 pt; Team Mcgiver 10 pt; Team Ignorant 4×4 7 pt; Team Trimarchi 1 pt; Team Jeeptuning 1 pt; Team Mason 1 pt; Team Melly 1 pt.

UTV EXTREME: Team Dolfi 20 pt; Team Mazzega 17 pt; Team Gasusa 14 pt.

 

Testo Sonja Vietto Ramus

Foto Licia Cornali

 

Ufficio Stampa Warn Trophy Italia 2014

Sonja Vietto Ramus

+ 39 333.3612248

sonja.vietto@gmail.com

www.svrpress.it

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Carica altre foto