Campionato WTI 2011 - Berceto - 5ª tappa WTI 22/23 ottobre

Tutte le notizie dal mondo del fuoristrada estremo

Avatar utente
el fragile
Advanced Member
Advanced Member
Messaggi: 1063
Iscritto il: 10 giugno 2011, 15:24

30 ottobre 2011, 14:36

:smile: QUINDI USCIAMO !! BASTA 0RW...
TIENITI STRETTE QUELLE PERSONE che riescono a renderti le giornate migliori...Quelle che ti strappano un sorriso non appena ti è scesa una lacrima. Quelle persone che riescono a capire quando hai bisogno di parole o di silenzio...
IL CAVALLO DI RAZZA SI RICONOSCE AL' ARRIVO NON ALLA PARTENZA, IL BROCCO SI PERDE PER STRADA !
Avatar utente
OFF ROAD WEB
SITE ADMIN
SITE ADMIN
Messaggi: 1217
Iscritto il: 19 giugno 2006, 13:03
Contatta:

1 novembre 2011, 10:15

Immagine

Campionato WTI 2011 5ª tappa WTI 2011 - Berceto 22/23 Ottobre 2011

Con la vittoria di tappa a Berceto, gli equipaggi Ciani Renegade rosso e Ciani Renegade bianco conquistano con una giornata di anticipo il titolo di Campioni Italiani nelle categorie "Off Road" e "Swamper". Super sfida invece nella finale di novembre, in provincia di Grosseto, fra Over Joy e Doc Crawler per il podio assoluto "Extreme" 2011

Berceto (Parma) – Podio assoluto e titolo di campioni italiani nelle categorie “Off Road” e “Swamper” per il Team Ciani Renegade che, con gli equipaggi Paolo Ciani/Michele Vagnarelli e Roberto Ciani/Andrea Calandri, porta a casa non solo la vittoria di tappa in quel di Berceto ma anche quella assoluta del Warn Trophy Italia 2011 con una manche d’anticipo. Giochi ancora aperti invece, matematicamente parlando, negli “Extreme” fra il Team Over Joy di Stefano Re e Moris Pulga (94 punti) e il Team Doc Cawler di Francesco Nano (75 punti) che si contenderanno il titolo iridato nella finale del 26 e 27 Novembre in provincia di Grosseto. Diciannove gli equipaggi ai nastri di partenza di questa penultima manche del campionato di fuoristrada estremo, organizzato dall’A.S.D. DeadDogs di Riccardo Pisani in collaborazione con l’ente nazionale Fiamma Fuoristrada, protagonisti nel week end di una fra le più agguerrite prove della stagione motoristica 2011. Grazie a cambi di categoria (Team Acerni Tore in gara fra gli “Extreme” e non più fra gli “Swamper”) e importanti new entry (Team Tekno Auto 4x4 con due equipaggi, Savona Fuoristrada con un Range Rover e Scaglione su Wrangler YJ), la quinta tappa del trofeo Warn ha riservato non poche sorprese.

A staccare i migliori tempi nel percorso a girone di sabato 22 ottobre – su un tracciato ad anello di 5 km da percorrere nei due sensi – è stato Andrea Protano su tubolare del Team Tekno Auto 4x4 (76 minuti e 5 secondi) che nella categoria “Extreme” si è piazzato davanti al Team Acerni Tore (79 minuti e 2 secondi) e a Doc Crawler (87 minuti e 6 secondi). Più distaccati invece Over Joy (120 minuti e 58 secondi) seguiti dall’altro equipaggio del Team Tekno Auto 4x4 (162 minuti netti) e da Equipe Dream Team (237 minuti e 5 secondi).

Fra i quattro iscritti negli “Swamper” il podio provvisorio della prima frazione di gara è andato a Ciani Renegade Bianco, su Suzuki motore Chevy Vortec 5.3, che ha tagliato il traguardo in 77 minuti e 17 secondi davanti a David Rippo (SRM 4x4), Juba Team e Protozoico. Altrettanto agguerrita la sfida degli “Off Road” che ha visto allo start ben 9 equipaggi che non si sono risparmiati nell’affrontare 4 salite e 2 fangaie decisamente impegnative allestite per questa semi finale di campionato da Riccardo Pisani. A conquistare la vittoria nella giornata di sabato è stato Ciani Renegade Rosso, su Suzuki motore 1.6 16 V, completando il percorso in 86 minuti e 11 secondi davanti ai compagni di scuderia Enrico Grafas e Paolo Lopez su Wrangler TJ 4.0 del Team Ciani Verde (89 minuti e 40 secondi) e ai fratelli Giuseppe e Giovanni Orzetti, terzi classificati su Wrangler Rubicon (119 minuti e 50 secondi).

A seguire: Girolamo Rocca (Team Spider TJ), Giovanni Baglietto e Carlo Boristene (Team Savona Fuoristrada), Goe Secche, Team Jeepers Milano, Salvatore Grusa (Savona Fuoristrada) e Scaglione YJ. Se il girone della prima giornata di gara ha impegnato seriamente tutti i mezzi ai nastri di partenza, con la fangaia protagonista di manovre acrobatiche e tecniche winch effettuate da tutti e 19 gli equipaggi, anche la giornata di domenica 23 Ottobre, con 3 prove speciali per categoria allestite quasi interamente su greti di torrenti in secca, non sono state meno spettacolari. Tempi strepitosi per il proto “Extreme” della Tekno Auto 4x4 che nelle speciali 4 e 5 ha tagliato il traguardo in 3 minuti e 33 secondi e in 7 minuti e 15 secondi ipotecando sin da subito un’importante risultato che li ha di fatti accompagnati verso la vittoria di questa tappa del Warn Trophy Italia. Un rientro decisamente prestigioso per il reparto corse di Andrea Protano che ai nastri di partenza del WTI ha schierato due equipaggi, sicuri protagonisti della prossima stagione sportiva targata DeadDogs. Altrettanto buona la gara del Team Acerni Tore, che grazie all’affiatamento di Salvatore e Nicola, ha portato il buggy motorizzato GM V8 al secondo gradino del podio di questa manche parmense: “Una gran bella gara con prove impegnative e tecniche, soprattutto quella della cascata dove io e Nicola ci siamo divertiti riuscendo anche a strappare un bel risultato – commenta Salvatore – La nostra prova è andata molto bene peccato solo per il motore del buggy che sin dall’inizio ha fatto le bizze perdendo l’uso di 2 cilindri. Il passaggio dalla categoria swamper a quella extreme ci ha visti ancora più concentrati nell’affrontare i settori selettivi preparati da Riky. Qualche mese per risolvere le noie al motore e poi saremo pronti per dare battaglia nella prossima stagione del WTI!”. Ottimo tempo per Re/Pulga, su Suzuki del Team Over Joy, che nella prova della cascata hanno dato prova di grandissima abilità non solo fermando il cronometro a 13 minuti e 8 secondi (davanti ad Acerni Tore e Andrea Protano) ma anche per essere stato l’unico equipaggio ad affrontare l’impegnativa discesa sui roccioni senza l’utilizzo del verricello. Buona gara anche per Doc Crawler rallentato purtroppo, nella PS 3, da problemi alla trasmissione che lo hanno costretto ad accontentarsi del 2 miglior tempo nel settore selettivo 5.

Qualche noia invece per Equipe Dream Team – con l’equipaggio Ferdinando Bartolucci e Luca Chelini – che sabato pomeriggio non ha potuto prendere il via al secondo girone per la rottura del puntone posteriore del Defender 100 TDI poi risistemato per la giornata di domenica dove pilota e navigatore hanno fatto registrare tempi discreti. Vittoria di giornata (domenica) anche per Ciani Bianco che ha conquistato il podio nella categoria “Swamper” staccando i migliori tempi nelle prove 4 e 5 (rispettivamente 5 minuti e 12 secondi e 13 minuti e 4 secondi) e dando prova di grande abilità anche nell’impegnativo settore selettivo della cascata. Gran bella prestazione off road per il Team Juba di Wolker e Gede27 che alla guida di “Calimero” – Suzuki di serie modificato con differenziali ARB, semiassi e giunti rinforzati, puntoni long arm e ponti di derivazione Toyota – hanno chiuso la tappa di Berceto sul secondo gradino del podio grazie ad una gara decisamente ben amministrata e al miglior tempo (23 minuti e 43 secondi) conquistato nella speciale della cascata.

Applausi anche per il Team SRM 4x4 di David Rippo protagonista domenica di un doppio cappottamento a poche decine di metri dallo start della PS 4, per fortuna senza conseguenze, che non ha per nulla compromesso la prova permettendo all’equipaggio romano di tagliare il traguardo come terzo classificato di tappa oltre che come secondo nella classifica assoluta della stagione 2011. Quarti di tappa, sempre fra gli “Swamper”, Luca Fontani e Simone Bedeschi del Team Protozoico rallentati nelle prove di domenica ma protagonisti assoluti, loro malgrado, della fangaia di sabato dove hanno dovuto utilizzare verricello e ancora per far uscire il loro proto su base Cherokee XJ letteralmente immerso nel fango. Bagarre anche fra le fila degli “Off Road” con Ciani Rosso e Ciani Verde che si sono contesi i migliori tempi delle speciali sul filo del rasoio. Ad avere la meglio, anche se di poco, è stato ancora una volta il Suzuki di Paolo Ciani che ha strappato fra l’altro uno strepitoso tempo (2 minuti e 54 secondi) nel settore 4 di domenica completando la due giorni off road in poco meno di 99 minuti. “Belle prove con passaggi impegnativi come la fangaia e le salite di sabato ma anche lungo i greti dei torrenti in secca dove il Suzuki si è disimpegnato bene fra rocce e dislivelli di 100 metri!” – commenta Paolo Ciani, che con una gara d’anticipo sulla stagione 2011 si laurea campione italiano di “Off Road”.

A completare il podio Enrico Grafas su Wrangler TJ 4.0 (Team Ciani Verde) e il Team dei fratelli Orzetti che, a parte una foratura, sono stati autori di una gara ben amministrata grazie anche al miglior tempo (4 minuti e 58 secondi) nella PS 5. Da segnalare anche le prove di Girolamo Rocca (Spider TJ), Giovanni Baglietto (sempre emozionante la sua guida sulle salite ripide del WTI….) per il Savona Fuoristrada, Goe Secche, Team Jeepers Milano, Salvatore Grusa con il Range Rover del Savona Fuoristrada (alla sua prima partecipazione al WTI) e Scaglione su YJ. Con la vittoria di tappa di Berceto Ciani Renegade Rosso e Ciani Renegade Bianco si confermano al comando delle categorie “Off Road” e “Swamper” entrambi con 100 punti mentre Over Joy, terzo classificato, di punti ne ha ora 94: per l’equipaggio della scuderia piemontese sarà fondamentale la finale di Novembre in programma in provincia di Grosseto dove giocarsi il titolo iridato con Doc Crawler.

Per informazioni: www.deaddogs.it A.S.DeadDogs ringrazia il sindaco di Berceto Luigi Lucchi e l’assessore Michele Bandini; la Croce Rossa di Berceto; 4Technique, Payustech, JeepMagazine.it, Equipe 4x4, SRM Garage, Carbon GP, MB Corse, GO PRO, OMP Racing; Alberto, Laura, Flavio, Ronnie, Giulia, Nicola e tutto lo staff che ha collaborato all’organizzazione e alla gestione della gara.


Classifica WTI 2011 dopo 5ª tappa di Berceto

EXTREME: Team Over Joy 94 punti; Team Doc Crawler 75 punti; Equipe Dream Team 59 punti; Team BDS Ivan 35 punti; Team Pizzorne TJR 24 punti; Team Tekno Auto 4x4 (Andrea Protano) 20 punti; Team Acerni Tore 17 punti; Team Offroad Terror 10 punti; Team Pizzorne Blindo Bot 7 punti; Team GP Motors 7 punti; Team Tekno Auto 4x4 4 punti; Team Green Magic Beta 4 punti.

SWAMPER: Team Ciani Renegade Bianco 100 punti; Team SRM 4x4 73 punti; Team No Limits Juba 48 punti; Team Protozoico 24 punti; Team Acerni Tore 17 punti; Team Tsunami GenRight 17 punti; Team Jimmy Ridimmi 10 punti; Team Leo Jeep 10 punti.

OFF ROAD: Team Ciani Renegade Rosso 100 punti; Team Ciani Renegade TJ 55 punti; Team Savona Fuoristrada 44 punti; Team Spider TJ 35 punti; Team Orzetti 31 punti; Team Offroad Garage 28 punti; Team Walkiria Nero 23 punti; Team GR Acerni 17 punti; Team Walkiria Alex 16 punti; Team Goe Secche 9 punti; Team Jeepers Milano 7 punti; Team Adventure Trocia 1 punto; Team Proto CJ 1 punto; Team MC Fuoristrada Beppe 1 punto; Team MC Fuoristrada Molli 1 punto; Team Savona Fuoristrada Range 1 punto; Team Scaglione YJ 1 punto.

ImmagineScarica il Comunicato della 5ª tappa WTI 2011 - Berceto

Immagine

Immagine Clicca qui per il reportage fotografico completo

Campionato WTI 2011 5ª tappa WTI 2011 - Berceto 22/23 Ottobre 2011

Immagine
Avatar utente
ULTIMO
Old member
Old member
Messaggi: 2230
Iscritto il: 27 marzo 2011, 0:24
Località: Adrano

1 novembre 2011, 21:47

complimenti a tutti i partecipanti, e un grazie a Lucy che ci aggiorna sempre sugli eventi :smile: :smile:
TEAM NANSEMUNUDDU4X4 ADRANO

VIVERE LA VITA SENZA RIMPIANTI!! SENZA RIMORSI!!
Rispondi

Torna a “Notizie ed Informazioni su tutte Gare di Fuoristrada Estremo”