TUNISIA 2013 - ESPLORATORI4X4

Notizie, programmi ed informazioni su raid, viaggi e spedizioni di prossima effettuazione a cura di Clubs o singoli utenti, purchè non a scopo di lucro.
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

17 gennaio 2013, 19:24

Immagine


Il Club ESPLORATORI 4X4
Club di amici con attività di fuoristrada amatoriale non a scopo commerciale e di lucro,
invita ai viaggi in fuoristrada, alla scoperta delle bellezze naturalistiche e culturali di tanti paesi.

Info: viaggi@esploratori4x4.it

19 aprile Venerdì pomeriggio - partenza da Civitavecchia

20 aprile Sabato- mattina, imbarco dei partecipanti dalla Sicilia a Palermo, e briefing delle notizie del viaggio, da parte degli amici organizzatori. La sera sbarco a La Goulette, e trasferimento ad Hammamet, pernotto all’Hotel El Mouradi 5*. Km 75,00 h 1,15

21 aprile Domenica- h 8,00 partenza da Hammamet e fermata a Kairouan (km 122 - h 1,40), per la visita della città di Kairouan, patria dei tappeti, dove visiteremo la quarta Moschea Musulmana.
La città è considerata particolarmente venerabile dai musulmani per la presenza della più antica Moschea eretta nel primo secolo Islamico dal conquistatore arabo, Uqba b. Nafì e per la Moschea del Barbiere del Profeta Muhammad. Nella Grande Moschea, dall’immenso cortile, che custodisce sotto le sue volte il minbar, il pulpito più antico del mondo islamico, composto da 300 pannelli di legno di tek intagliati. E’ visitabile in alcune parti anche per i non islamici, molto belle sono le colonne romane e le 17 porte interne, oltre al minareto quadrato alto 33 metri , è da visitare anche la Moschea del Barbiere, dove si dice che siano conservati tre peli della barba di Maometto. Sono da vedere le tipologie e le varietà dei tappeti artigianali nei negozi nella variopinta kasbah . h 12,00 si riparte e dopo km 5,00 ci si ferma per pranzo in trattoria sulla strada. Alle h 13,30 si riparte per arrivo a Matmata, (km 260 – h 3,40) visita delle abitazioni troglodite di Matmata, il terreno è letteralmente bucherellato da oltre 700 fosse, le entrate delle abitazioni troglodite scavate nella nuda terra. Un mondo alieno dove “i vivi vivono sotto i morti”, incuneandosi e rubando spazio all’oscurità con celate costruzioni bianchissime, cena e pernotto hotel Diar el Barbar 4*.

22 aprile Lunedì – h 8,30 partenza da Matmata e arrivo, dopo solo 2 ore , km 110 , a Ksar Ghilanne. L’Oasi di Ksar Ghilane che introduce al Grande Erg Orientale, la vera “porta sul deserto”, dove arrivano le carovane di dromedari provenienti da Douz e sono disponibili i Quod 4x4, per provare dei percorsi sulle dune in movimento dalle tonalità mutevoli ( erg, infatti, significa “mare di sabbia” ) e spazi sconfinati. Circa 2.000 anni fa, l’area di Ksar Ghilane era situata al centro di una zona molto fertile, nota come il “granaio d’Europa”, e i romani su questa linea (proprio dove si trova il fortino) avevano collocato una serie di avamposti militari lungo una ideale linea difensiva denominata “limes Tripolitaniae”, confine della Tripolitania. Una vasta zona abitata da popolazioni estranee all’impero romano che, nell’antica denominazione dei barbari, assunsero in seguito il nome di berberi. Il fortino di Ksar Ghilane, erroneamente considerato francese, è in realtà romano, come testimonia un’antica pietra rinvenuta con iscrizioni latine. Nel corso dei secoli successivi il fortino ha subito vari rimaneggiamenti, fra cui l’ultimo effettuato dai francesi nel 1938 per trasformarlo in un avamposto della Legione Straniera. La nascita di Ksar Ghilane risale alla fine degli anni Sessanta, quando la Tunisia avviò una serie di ricerche petrolifere nell’area sahariana. La maggior parte delle trivellazioni si rivelò un fallimento, e invece di trovare del petrolio vennero individuare soltanto alcune sorgenti di acqua calda, come quella di Ksar Ghilane, dove si insediò un primo nucleo di nomadi. Il governo tunisino infatti elargiva un particolare vitalizio della durata di sette anni (periodo in cui la palma da dattero diventa produttiva) dopodiché la popolazione locale era in grado di sostenersi da sola. Verso la metà degli anni Sessanta Ksar Ghilane viene scoperta dai primi driver a trazione integrale, fino a diventare quasi un meta dei fuoristrada. Oltre al Fortino Romano, la principale attrattiva dell’oasi è la piscina termale naturale, circondata da alberi e da bancarelle di souvenir, con acqua calda intorno ai 30 gradi dove è possibile fare un tranquillo e tonificante bagno (la profondità non supera i 150 cm), gustando dell’ottimo thè alla menta. Alle porte di Ksar Ghilane si può ammirare ancora oggi il cippo commemorativo che ricorda la marcia del Generale Lecklerc con i suoi mezzi corazzati per arrivare fin qui. Giornata e serata nell’Oasi, con pranzo realizzato dallo staff, e cena e pernotto in Campament El Biben, dove la sera, attorno al fuoco si risvegliano le antiche tradizioni berbere.

23 aprile Martedì, h 8,30 partenza in direzione Monte Tembaine. Una lunga e divertente giornata fuoripista, fino a raggiungere la zona sotto Tembaine. Pranzo veloce nel percorso, cena e bivacco nel deserto.

24 aprile Mercoledì h 8,00 dopo la colazione nel deserto, partenza da Monte Tembaine, fermata nella Porta del Deserto, a Douz, per foto, e ripartenza alla volta dello Chot El Jerid , e superato il lago salato, arrivo a Tozeur. Doccia in camera dell’Hotel El Mouradi 4*, e alle h 19,30 ci spostiamo in taxi, a Duar el Hafsi, per la cena spettacolo, situato nella famosa oasi di Tozeur, nel cuore del Sahara tunisino. Douar EL Hafsi è il centro di intrattenimento più grande e più autentico del sud. Esso accoglie i suoi ospiti in un palazzo incantevole, con una spettacolare pista e una grande tenda. Vero e proprio viaggio attraverso i corridoi del tempo, offre i migliori spettacoli tradizionali berberi tunisini, civiltà, patrimonio antico, cartaginese, romana e araba. Alle h 23,30 pernotto all’Hotel El Mouradi. (Km 150 h 6,00)

25 aprile Giovedì, partenza alle h 8,00, verso Nefta, qui centinaia di migliaia di palme e alberi da frutto prosperano grazie alla presenza di numerosissime sorgenti che rendono Nefta una delle oasi più importanti di tutta la Tunisia. Visita di Star Wars. Quest'anno è il 35 ° anniversario del primo Star Wars film, e dove è migliore per celebrarla che nel paesaggio desertico ultraterrena del sud Tunisia, dove è stato girato gran parte del film. Da Touzer un po' di strada asfaltata ed una facile pista per arrivare sul sito "Star Wars City". No comment per l'unicità del paesaggio. Il posto è fantascienza pura, sia per il sito del film, ma soprattutto per la libido fuoristradistica. Salire, scendere, saltare da dune altissime accanto a distese completamente piatte dove spalancare il gas per impegnarsi in derapate contro sterzo da paura. Rientro a Nefta, e salita per le Oasi di Montagna,di Chebica e Tamerza. Situata a circa 50 km da Tozeur, l'oasi di Chebica vi sorprenderà. Situata in una stretta e profonda gola nasconde un paesaggio meraviglioso e fiabesco. Tra le montagne rocciose color sabbia spuntano all'improvviso un insieme di palme che portano attraverso dei piccoli e tortuosi sentieri ad un cascata di acqua che forma dei piccoli laghetti. Tamerza è una bellissima oasi che si sviluppa lungo un canyon. Piccole fonti di acqua emergono dalla montagna e si versano nel canyon formando delle suggestive cascate. Qui ci si può liberare della fatica del viaggio e ci si può prendere la libertà di immergere i piedi e camminare lungo il fiume in questa acqua rinfrescante che rigenera il turista cosi come un carovaniere si rigenerava alla vista di un oasi. Subito dopo la Pista Rommel: esiste in Tunisia un itinerario stupendo che si snoda tra le montagne, un itinerario che custodisce il fascino della "Storia" insieme alla straordinaria bellezza degli scenari naturali che caratterizzano l'area in cui si inserisce, racchiusa tra le Oasi di Montagna e le Gole di Selja. E' la mitica "Pista" fatta costruire dal generale Rommel, la "Volpe del deserto", durante la Seconda Guerra Mondiale per sfuggire all'accerchiamento degli Alleati. Ci troviamo sul costone di una montagna che offre un panorama mozzafiato sulla pianura sottostante, ammiriamo dall'alto l'immensità del Chott, e possiamo arrivare a scorgere persino Tozeur, e dopo questa splendida giornata, cena e pernotto hotel Gafsa Palace 5*. ( km 200- arrivo la sera).
26 aprile Venerdì, h 8.30 partenza direzione Sfax, e poi arrivo a El Jem, ( km 260 – h 3,30) Pranziamo davanti al Colosseo, e prima di pranzo visita del Colosseo. La città fu costruita, come molti altri insediamenti romani in Tunisia, al posto di vecchi centri punici. La principale attrazione di EL JEM è il famoso anfiteatro (spesso chiamato erroneamente Colosseo ) in grado di ospitare 35.000 spettatori seduti. Solo il Colosseo di Roma con circa 45.000 posti a sedere, e il teatro greco di Capua erano più capienti. L’Anfiteatro di El Jem fu probabilmente usato per spettacoli di gladiatori e corse dei carri (come nel film di Ben Hur). Molti i negozi di antichità. Nel pomeriggio, arriviamo a Sousse, , ( km 75,00 – h 1,10) una citta di 173.000 abitanti e uno dei poli turistici più importanti della Tunisia. La medina rappresenta una delle testimonianze più significative dell'architettura araba in tutto il paese; essa è rimasta intatta nei secoli. In serata visita a Port El Kantaoui ( km 85,00 – 1,30 ) e premiazione, cena e pernotto El Mouradi 4*, Port El Kantaoui.

27 aprile Sabato, h 9,00 dopo la colazione, ci spostiamo ad Hammamet, ( km 125,00 – h 1,30) andiamo a vedere la spettacolare nuova medina, La città, fondata durante l'epoca romana, è stata meta di numerosi turisti celebri, fra i quali illustri politici come Winston Churchill, e scrittori come Gustave Flaubert. In Italia è nota principalmente perché nel 1994 vi si rifugiò Bettino Craxi, sfuggendo ad un mandato di cattura internazionale e morendovi da latitante nel 2000. E particolarmente noto per il gelsomino , e questo è come la località turistica di Yasmine Hammamet deve il suo nome. In tutto Hammamet, possono essere trovati souvenir fatti di gelsomino. E nel pomeriggio andiamo a Nabeul, ( km 13,00 – h 0,20). Nabeul è un rinomato centro artigianale: è possibile trovare splendide ceramiche ed oggetti decorativi di pelle e di metallo. Le numerose botteghe, i cui articoli in vendita sono sparpagliati sul marciapiede, traboccano di piatti di ceramica dipinta con colori vivaci. Ricordatevi di tirare sul prezzo. Non solo riuscirete ad ottenere prezzi molto più convenienti, ma sarà anche divertente e piacevole discutere con il mercante. In serata, ci spostiamo al Porto di La Goulette, dove imbarcheremo sulla nave di rientro. (km 75,00 – h 1,30)

28 aprile Domenica – sbarco a Palermo e 29 aprile Lunedì mattina – sbarco a Civitavecchia
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

19 gennaio 2013, 19:53

Un particolare fimato della bella Nabeul, di Claudio Mortini.

Chi è stato a Nabeul, riconoscerà il bar e la medina .


http://www.youtube.com/watch?v=z-uofHUK ... -g&index=5
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

22 gennaio 2013, 16:12

Immagine

Ecco il percorso, con un colore per ogni giorno.
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

24 gennaio 2013, 18:41

Anzichè, fare, dopo lo sbarco centinaia di chilometri, per andare a pernottare a Nabeul o Hammamet, abbiamo trovato un bellissimo hotel, di ben sette piani, al centro di Tunisi, a soli 10 minuti dall'uscita dal porto di La Goulette.

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

28 gennaio 2013, 18:05

Ci attende il sacrestano della Grande Moschea di Kairouan.

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

29 gennaio 2013, 16:04

Non se lo toglie dalla testa :help_help

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

30 gennaio 2013, 10:53

La Porta del Deserto a Douz

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

30 gennaio 2013, 18:11

TUNISIA - MONTE TEMBAIN

Immagine
Avatar utente
vincenzodimartino
NEW MEMBER
NEW MEMBER
Messaggi: 36
Iscritto il: 23 ottobre 2007, 8:29
Località: Catania
Contatta:

31 gennaio 2013, 15:14

Salve Giorgio.
In mp è posibile avere maggiori info per quel che concerne i costi?
Grazie.
Vincenzo
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

31 gennaio 2013, 18:55

Da qui in poi, il nulla. Niente vegetazione, nessun insediamento stanziale: soltanto nomadi, dune in movimento dalle tonalità mutevoli e spazi sconfinati. Soltanto il deserto, selvaggio e indomito. Aprile 2010.

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

1 febbraio 2013, 16:43

BUONA NOTTE !!!

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

2 febbraio 2013, 18:12

BUON GIORNO !!!


Immagine[/b]
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

2 febbraio 2013, 19:18

Ops, dimenticavo, la mattina a colazione il caro amico Naceur, prepara il pane e lo inforna nella sabbia. :smile: :smile: Foto di Sergio.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

3 febbraio 2013, 17:07

ULTIMO VIAGGIO IN TUNISIA: APRILE 2012

Immagine

Immagine
Avatar utente
Giorgio 4x4
INTERMEDIATE MEMBER
INTERMEDIATE MEMBER
Messaggi: 703
Iscritto il: 9 luglio 2009, 7:02

5 febbraio 2013, 19:43

ANVEDI QUANTA GENTE CHE CE STA'!!! CI ASPETTANO !!!!

Immagine
Rispondi

Torna a “Viaggi e Spedizioni”