Ma che cosa ci dà la FIF???

E' uno spazio a disposizione degli utenti nella quale raccogliere impressioni, giudizi, apprezzamenti e critiche costruttive sul Fuoristrada . E' un modo come un altro per esprimere nuove idee e suggerimenti per permettere al mondo del Fuoristrada di migliorarsi.
Rispondi
trullaro
JUNIOR MEMBER
JUNIOR MEMBER
Messaggi: 140
Iscritto il: 1 marzo 2008, 10:21
Località: Bari
Contatta:

13 marzo 2011, 20:53

È per dare una risposta certa e definitiva a questa domanda che si è creata la lista di candidati alle prossime elezioni al consiglio della Federazione Italiana Fuoristrada.
Persone che sono espressione di tutto il territorio italiano dalla Sicilia al Friuli.
Persone che giornalmente si adoperano, con passione, rimboccandosi le maniche, per la pratica e la diffusione della nostra passione.
Persone che sono fuori dalle logiche speculative e dagli interessi commerciali che spesso hanno contraddistinto il mondo del fuoristrada.
Persone con la passione del fuoristrada.
Persone che come te amano divertirsi all’aria aperta e pensano che la FIF sia fatta di uomini e donne, club e soci e che questi siano l’elemento fondamentale della Federazione…

Cosa vogliamo fare:

1. Restituire centralità al territorio, ai soci, ai club, ai Delegati regionali;
2. Ricostruire e rilanciare l’immagine della Federazione Italiana Fuoristrada come istituzione forte e rappresentativa del fuoristrada nazionale e internazionale;
3. Ribadire il valore, la professionalità e l’unicità della Scuola Fuoristrada e dei suoi Istruttori;
4. Rilanciare il settore sportivo, affermando la propria indipendenza nei confronti della CSAI;
5. Istituire un settore dedicato ai mezzi storici, che ne promuova il recupero e la valorizzazione, fornisca consulenza appropriata e convenzioni assicurative;
6. Curare la comunicazione istituzionale con mezzi più efficaci, efficienti e moderni.

Come:

1. Aggiornare lo statuto, dando valore alla figura ISTITUZIONALE del Delegato Regionale (che fino ad oggi non ha nessuna voce in capitolo) riconoscendogli il ruolo di:
• portavoce dei club e della regione presso la Federazione;
• portavoce della Federazione sul territorio;
• coordinatore organizzativo e gestionale delle attività sportive, formative, turistiche e amatoriali sul territorio con l’eventualità di gestire un piccolo budget locale.
2. Organizzare consigli direttivi itineranti dando la possibilità a tutti di parteciparvi perché la FIF siamo tutti noi…;
3. Rafforzare i rapporti con i club, supportandoli nelle attività sul territorio rivolte ai soci e affiancandoli nei rapporti con gli Enti locali (comuni, province, regioni, parchi, ecc.);
4. Affermare una maggiore e capillare presenza della “istituzione” Federazione agli eventi organizzati dai club, supportandoli anche economicamente;
5. Modificare la figura del Segretario Generale come organo istituzionale. Il Segretario Generale avrà come ruolo il coordinamento della segreteria;
6. Introdurre la figura del Tesoriere, che controlli e gestisca i flussi finanziari della Federazione;
7. Definire con chiarezza e inequivocabilmente il ruolo degli Istruttori all’interno della scuola e nei rapporti con “Guida sicura 4x4”:
• valorizzandone la professionalità;
• promuovendone il costante aggiornamento;
• stabilendo compensi proporzionati all’impegno professionale;
8. Ripristinare i 3 poli geografici per la Scuola (nord, centro e sud) ;
9. Modificare il regolamento scuola a favorendo il coinvolgimento su base locale dei club nei corsi per Enti e/o Aziende;
10. Istituire una commissione sportiva tra i responsabili dei campionati (Trial, Extreme, Cap, Regolarità, ecc.) per aggiornarne i regolamenti e avviare un dialogo con la CSAI che favorisca la nascita di trofei amatoriali (Masters CUP, ecc.);
11. Istituire un settore specialistico per i mezzi storici, che dia consigli e supporto per il reperimento di mezzi, ricambi e documentazione necessaria alla conservazione e al restauro. Stipulare convenzioni assicurative per l’utilizzo degli stessi e creare una biblioteca tecnica e storica presso la sede di Modena;
12. Semplificare e migliorare la comunicazione tra i club, la Federazione e viceversa, promuovendone le attività sul territorio sia sul sito istituzionale che sulle riviste specializzate del settore. Individuare un professionista esperto, che si occupi di divulgare su tutti i media del settore le attività dei club e della Federazione, pubblicizzando gli eventi e dandone un resoconto completo a conclusione;

In quanto tempo:

Già nel primo consiglio direttivo sarà avviata la procedura di modifica dello statuto che istituirà il Tesoriere, modificherà le mansioni del Segretario Generale e introdurrà la figura del Delegato Regionale. Iter che si prevede di concludere entro il 2012.
Nei primi 100 giorni saranno portati a termine le revisioni dei regolamenti, scuola e sportivo, avviati i tavoli di concertazione con ACI/CSAI, istituito il settore “storico”…..to be continued….

Chi Siamo:

Claudio Bartoletti, 57 anni, nato a Sarzana (SP), commerciante. Socio ed Istruttore della Federazione Italiana Fuoristrada da 28 anni è fondatore e Presidente in carica dal 1988 del “Sarzana Fuoristrada Club 4x4”. Ha disputato parecchi Campionati Italiani di Trial 4x4 e C.I.V.F., il Camel Trophy Italia del 1988 in Costa d’Avorio e le Defender Cup del 1989 e 1990 piazzandosi in entrambe le manifestazioni al 2° posto. Nel 1990 ha organizzato, in collaborazione con Giovanni Cassini, la spedizione “Camerun 90”, in cui è stata donata una Nissan Patrol GR ai salesiani di Ebolowa. Ha organizzato le selezioni del Camel Trophy del 1989 e 1990 e della Defender Cup del 1993. Dal 2000 al 2002 ha ideato, costruito e gestito l’intera Area Test allestita all’interno del complesso fieristico di Carrara Fiere in occasione della 4x4 Fest. Da sempre organizza la spettacolare manifestazione sul litorale di Marina di Carrara denominata Beach Fun 4x4 della Solidarietà, evento a scopo benefico assiduamente frequentato anche da diversi piloti del CIVF e dei Rally Marathon. Ha all’attivo numerose spedizioni in terra africana.

Renato Boy, 49 anni, sardo, impiegato, iscritto per la prima volta alla Federazione Italiana Fuoristrada nel 1986, anno d'acquisto del suo primo fuoristrada una magnifica Land Rover 88 soft top, successivamente partecipa a varie manifestazioni sia amatoriali che agonistiche come il rally di sardegna 1988 e 1989 con partenza da Milano e 5 giorni di gara...nel 1990 partecipa alle selezioni del Camel Trophy e vince lo Speciale Italia in Venezuela, conquistando il posto di 2^ riserva all'evento sul lago Baikal. Dal 1990 è più volte presidente e vicepresidente di vari club Cagliaritani, organizzatore di eventi fuoristradistici di varia natura da Motor Show a raduni in notturna e cofautore del Trofeo Amatoriale Sardo di Regolarità in 4x4.... fino al 2007, quando viene eletto delegato regionale.

Graziano Buzzi, toscano, 50 anni, dirigente medico, neurofisiopatologo è iscritto alla Federazione Italiana Fuoristrada da circa 10 anni, e stato socio, consigliere e Presidente del Club Fuoristrada Arezzo Scout, Istruttore dal 2006, Istruttore Nazionale dal 2009, Ufficiale CSAI, ha organizzato numerosi eventi fuoristradistici nazionali tra cui: Challenge, XTC, Cap Day, Carrara Fest, Motor Show, oltre ad aver partecipato come pilota al Challenge di regolarità dal 2002 al 2006, salendo sul podio numerose volte. Attualmente è delegato della Federazione per la Toscana;

Mauro Colizza, 52 anni è stato Maresciallo Maggiore della Motorizzazione Esercito per 20 anni. Dal 1997 Imprenditore Artigiano. Pratica attività fuoristradistica dal 1989 con il Sodalizio Fuoristradisti Euganei, dal 1994 ricopre varie cariche all’interno del Consiglio Direttivo quali: Segretario, Tesoriere, Presidente. Organizzatore di quattro manifestazioni Challenge tra l’altopiano di Asiago e il Polesine (Delta del Po). Organizzatore di circa 10 manifestazioni di Trial Coppa Csai e Global Trial. Organizzatore selezioni di delegazione Master. Nel 2006 Socio fondatore del nuovo Club 35100PADOVA OFFROAD CLUB nella quale ricopre la carica di Vicepresidente, Segretario, Tesoriere. Istruttore nazionale dal 2000 appassionato di orientamento ha partecipato a tre manifestazioni in Tunisia dell’edizione del Tunisianrose, nel 1994 partecipa alla defender cup in Spagna, dal 1995 partecipa attivamente in qualità di navigatore al Challenge by fif e Grand Criterium fino al 2009, dal 2010 partecipa al gruppo TH del campionato Cross Country rallies. Segue>

Roberto Laera, pugliese, 39 anni, imprenditore, ha da sempre coltivato, tra gli altri, l’hobby dei motori, prima sulle 2 e poi sulle 4 ruote. Fondatore del Porsche club Italia di Bari, socio, segretario e tesoriere del Club Centrofuoristrada di Bari. Nel 2005 ha fondato il Club Friends 4x4 di cui è presidente e con cui ha organizzato varie manifestazioni fuoristradistiche, anche per noti marchi come Mitsubishi e Tata. Ha partecipato a numerose gare di orientamento e velocità tra cui il Rally di Albania. Delegato della Federazione Italiana Fuoristrada per Puglia e Basilicata dal 2007, è stato responsabile nazionale del settore “viaggiatori” della ONG Bambini nel Deserto. Viaggia in Fuoristrada per diletto, accompagnando missioni umanitarie e visitando in 4x4 tra gli altri, Albania, Bulgaria, Serbia, Montenegro, Romania, Tunisia, Libia, Marocco, Algeria, Islanda, ecc…

Gerardo Lepre,
colpito dalla passione per il mondo del fuoristrada dopo la lettura del n. 14 di Auto in Fuoristrada, rivista acquistata nel lontano 1986 all’età di 16 anni (all’epoca si chiamava così!). Da allora il desiderio latente che era in me è diventata una passione per il mondo del 4x4; affiliato dal ‘93 con la Federazione Italiana Fuoristrada, tramite il Club Salerno Fuoristrada, associazione storica del Salernitano; dopo pochi anni ho fondato il Climbing 4x4 Club - Campania in Fuoristrada ed attualmente sono il Presidente del sodalizio cavese. Ho partecipato al 14° corso di Istruttori FIF; Organizzatore del Raduno di Capri, coorganizzatore del Raduno di Corfù. Consigliere federale, organizzatore della MASTER CUP! Dopo aver comprato un Marcedes Unimog attrezzato per i viaggi, un ultimo morbo mi ha contagiato: il “mal D’Africa”; sono al mio 7 viaggio come organizzatore nel magnifico Nord Africa; Impegnato in ambito sociale, ho partecipato ai soccorsi durante il tristemente famoso alluvione di Sarno.

Bruno Ossiani, 53 anni, lombardo, imprenditore, inizia presto con il fuoristrada, prima con la moto e poi, con le auto e da quel momento non ha più cambiato. Tra i fondatori del “Pontercole 4x4" di Lama Mocogno (Mo) sul finire degli anni '80, Club organizzatore della famosa "24ore del Frignano".Delegato Regionale per la Lombardia dalla metà degli anni ’90 a tutt’oggi.Esperto di Regolamenti Sportivi, oltre che di eventi come il Trofeo Nord Italia. Responsabile del "Trofeo Mitsubishi Off Road", organizzato dalla Rally Art. Per la Federazione è stato referente presso la CSAI per il Gruppo TH, con la creazione del Trofeo "TH GROUP by F.I.F." per i Piloti F.I.F. ex Challenge e Gran Criterium.

Marco Pacini, 42 anni agente di assicurazioni ed imprenditore toscano.vice-Presidente del Leopard 4x4 fuoristrada Pistoia dal 2002, sodalizio con il quale ha organizzato numerosi eventi fuoristradistici fra cui la famosa "Due Mari" tirreno-adriatica. Istruttore della Federazione Italiana Fuoristrada dal 2003, nazionale dal 2005, federale dal 2009 Consigliere federale dal 2007. E' stato Portavoce della Federazione nel 2008-2009 ed è Responsabile delle Delegazioni regionali dal 2009
E' da molti anni impegnato nel settore del volontariato nel comparto della Protezione Civile.

Yuri Romani, 40 anni, romano appassionato fuoristradista da sempre, sogno diventato realtà dal 2002. Da subito attivo nel Club Master Road come supporto alle logistiche organizzative di manifestazioni ed eventi a carattere nazionale, Presidente dal 2007, Istruttore dal 2006, Nazionale dal 2009 grazie all’intensa attività svolta all’interno della Federazione con corsi professionali ed eventi (Carrara, Cavriglia, Deserterios) docente di numerosi corsi base di Guida Sicura, Advanced e GPS, organizzatore della Roma Pescara. Viaggiatore nell’animo, ama portare a spasso la sua famiglia e tutti gli amici in OR, dalle domeniche fuori porta ai grandi viaggi

Vincenzo Sapienza, 57 anni, siciliano, impiegato, iscritto al Viking club 4x4 di Caltanissetta, di cui è fondatore, dal 1990, affiliato alla Federazione Italiana Fuoristrada istruttore dal 1995 istruttore nazionale dal 1997 istruttore federale dal 2001, delegato Regionale FIF dal 1999 al 2002, consigliere federale FIF dal 2002 al 2008, appassionato di viaggi in fuoristrada, ha partecipato a rally, gare di regolarità e TT come navigatore; Ufficiale di gara CSAI.

Carlo Vannucci, 48 anni, siciliano, sposato, impiegato, con un’esperienza ultra ventennale nel settore del 4x4, nel 1994 è stato tra i fondatori del Ciclopi Catania Club 4x4 e, dopo alcuni anni vissuti all’interno del consiglio direttivo, nel 1998 è stato eletto all’unanimità alla carica di Presidente. Ha collaborato alla preparazione ed organizzazione del tracciato per il “4° Raid dell’Etna”, del 2005, valida per il Campionato Italiano Rallyes Tout Terrain, nonché per il “Moto Rallyes”. Conoscitore ed ammiratore della Tunisia, ha organizzato diversi viaggi in quella terra. Dal 2008 è Presidente dell’associazione denominata “Sicilia in Fuoristrada”, per mezzo della quale diffonde la sua passione per la natura in particolare dell’Etna e dei monti Nebrodi nelle scuole siciliane e tra gli escursionisti che si recano sull’isola.


Roberto Cevenini


Chiara Zoppellaro
Kamsype
NEW MEMBER
NEW MEMBER
Messaggi: 14
Iscritto il: 27 luglio 2019, 1:01
Località: Panama
Contatta:

7 agosto 2019, 0:56

Le feste stanno arrivando Noi passeremo Hanukkah da mia madre la prima sera, e poi natale passeremo a casa nostra con mio padre. Saremo in Italia per capodanno

Che cosa farete questanno?

--Mindy
Avatar utente
EnzinoM
MODERATORE
MODERATORE
Messaggi: 777
Iscritto il: 3 luglio 2014, 14:58
Località: Torino

9 agosto 2019, 11:10

Purtroppo è una discussione vecchia, del 2011 ;)
Nissan Patrol 2.8 Y60 - Mitsubishi Pajero V20 2.8 Target
Rispondi

Torna a “Tu...che ne pensi!!!”