Feste e manifestazioni nella Vallata dello Stilaro

Area dedicata ai Raduni off road organizzati da tutti i Club di questa regione
Rispondi
Avatar utente
Zitiedu
MEMBER
MEMBER
Messaggi: 211
Iscritto il: 26 marzo 2014, 15:53
Località: pazzano

27 luglio 2016, 9:16

invito rivolto a tutti gli utenti fuoristradisti:
in occasione delle ferie estive siete tutti invitati presso la vallata dello stilaro, stiamo organizzando molti eventi e sagre( si mangia genuino), ci sarebbe poi la possibilità di visitare molte zone suggestive dei luoghi : Mongiana, monte stella Bivongi, la Ferdinandea, Mangiatorella. Serra San Bruno e degustare le nostre specialità locali ed avere il piacere della nostra ospitalità, venite nella valle dello stilaro, sono state definite le Dolomiti del sud, con la sua natura incontaminata e i paesaggi pittoreschi, vi aspettiamo tutti numerosi, saluti u zitiedu :-)welcome
https://it.wikipedia.org/wiki/Feste_e_m ... lo_Stilaro
don't worry be happy
Avatar utente
Zitiedu
MEMBER
MEMBER
Messaggi: 211
Iscritto il: 26 marzo 2014, 15:53
Località: pazzano

28 luglio 2016, 18:13

allego di seguito calendario eventi:
1)Palio di Ribusa
Stilo, Reggio Calabria
La rievocazione storica del Palio di Ribusa si svolge ogni anno la prima domenica d'agosto e nei giorni precedenti e risulta sviluppato in giornate di spettacolo, di intrattenimento e di approfondimento. Cortei storici, giullarate, sbandieratori, cavalieri e dame.
Dovrebbe iniziare domenica 7 agosto 2016
2) Madonna SS. della Stella
Pazzano, Reggio Calabria
Madonna SS. della Stella
Dovrebbe iniziare domenica 14 agosto 2016
3)Sagra del vino
Bivongi, Reggio Calabria
Immagine
Festa di SS. Mamma Nostra
Bivongi, Reggio Calabria
La Festa ha tradizioni antiche ed è bello partecipare perchè la processione si svolge attraverso le vie del centro storico bivongese.
Dovrebbe iniziare domenica 11 settembre 2016
Non abbiamo avuto notizie certe sullo svolgimento della prossima edizione. Sulla base delle precedenti edizioni l'evento dovrebbe iniziare mercoledì 17 agosto 2016 .
Un intero paese si tuffa nel proprio passato trasformandosi in un mercato all’aperto: tra le viuzze del centro storico, rievocazione di antichi mestieri, artigianato artistico, piatti tipici e degustazioni di vini
Prima di mettersi in viaggio vi consigliamo di contattare gli Enti Pubblici e/o Organizzatori.
E' una delle più belle e caratteristiche fiere della provincia di Reggio Calabria. Molti i visitatori che arrivano da tutte le parti dell'Italia per prendere parte a questo evento.

L'atmosfera che si respira di notte fra i lumi che illuminano il labirinto di strette e piccole viuzze è incantevole, quasi come trovarsi in pieno medioevo. I balli, i costumi tradizionali, gli artisti ed i bivongesi, contribuiscono a rendere questa fiera unica. Nelle cantine spadroneggiano l'artigianato ed i prodotti tipici.

L'arte del telaio, del ferro, del legno, ha da sempre contraddistinto i maestri bivongesi per le loro capacità. La bontà del territorio, ricco di materie prime ha favorito l'economia. Molti e vari sono i prodotti che hanno posto all'attenzione questa cittadina calabrese, tra cui il vino e l'olio, prodotti per eccellenza molto richiesti. Il vino è l'unico rosso D.O.C. da tavola della provincia di Reggio Calabria.

Il segreto della cucina è appunto l'oro verde, l'olio che si produce in questa zona. Tra i salumi, regina è la soppressata. Genuino il miele che si produce e saporite le trote del fiume Stilaro. Oltre al Parco Naturale, sarà possibile visitare le Terme di acqua solforosa, e le Cascate del Marmarico, le grotte eremitiche, le chiese e l'unico monastero greco-ortodosso d'Italia, testimoni più illustri della Magna Grecia e del mondo bizantino d'Europa..

Per segnalare eventuali errori scrivere a redazione@folclore.it

5)Palio del Ciuccio
Guardavalle, Catanzaro
Una gara con i ciucci che ogni anno viene rievocata sulle ali di vecchie leggende legate alla storia secolare del comune calabrese di Guardavalle.
Dovrebbe iniziare venerdì 2 settembre 2016

6)Danza del Cavalluccio
Gerace, Reggio Calabria
Festa in onore dei patroni e danza del Cavalluccio... è sempre più difficile reperire ballerini che siano capaci di cimentarsi in questo particolare e antico ballo.
Dovrebbe iniziare martedì 23 agosto 2016
7)S. Rocco
Gioiosa Ionica, Reggio Calabria
San Rocco, Patrono e Protettore di Gioiosa Jonica.
Dovrebbe iniziare domenica 28 agosto 2016
8) Festa di SS. Mamma Nostra
Bivongi, Reggio Calabria
La Festa ha tradizioni antiche ed è bello partecipare perchè la processione si svolge attraverso le vie del centro storico bivongese.
Dovrebbe iniziare domenica 11 settembre 2016


in linea di massima questo è il calendario, a questi eventi sono invitati tutti gli Offroaders i fuoristradisti e tutti gli utenti i turisti di passaggio dalle nostre parti che vorranno passare il loro tempo libero nella nostra zona circondati da amici e da un paesaggio mozzafiato definito dai piu le DOLOMITI del Sud , :-)welcome :-)welcome
don't worry be happy
Avatar utente
Zitiedu
MEMBER
MEMBER
Messaggi: 211
Iscritto il: 26 marzo 2014, 15:53
Località: pazzano

1 agosto 2016, 11:29

invito rivolto a tuutti gli OFFROADERS , in zona calabria periodo ferie di agosto.
vorrei segnalare la Festa del Santissimo Salvatore a Pazzano, ogni primo fine settimana dopo il 5 agosto e dura tre giorni
il primo giorno viene esposta la statua del Santissimo Salvatore nella chiesa di Santa Maria Assunta e vengono eseguite per tutta la giornata marce sinfoniche da un complesso bandistico di un altro paese che cambia di anno in anno.
Nel secondo giorno viene eseguito un concerto sinfonico in piazza durante la mattinata e il pomeriggio. Nel pomeriggio, dopo la Santa Messa, segue una breve processione intorno alla piazza del paese. Alla mezzanotte la statua del Santissimo Salvatore viene portata nella piazza principale del paese, dove poi viene celebrata la messa, al termine della quale si porta in processione il santo fino alla Cappella dei minatori sita in via delle miniere (sutta a grutta) dove viene riposto. Durante il tragitto ci si ferma per uno spettacolo pirotecnico.

Alla cappella viene eseguita dalla banda e dalle persone del paese la cosiddetta "Litania" e successivamente comincia la veglia di preghiera notturna, o per chi non religioso una semplice veglia.
Al mattino la statua del Santissimo Salvatore viene riportata dalla Parrera (strada in forte pendenza), passando prima dalla Cona dove c'è un piccolo santuario, e intonata un'altra litania verso la chiesa. Durante la faticosa salita, si crea una catena umana per aiutare i "portatori" (coloro che portano il Santo sulle spalle) nella salita.

Una volta, la mattina si svolgeva anche l'incanto cioè un'asta fatta da gruppi di persone per decidere chi avrebbe dovuto portare la statua per le via del paese, da quel momento fino alla fine della festa e per quella del prossimo anno fino alla cappella. Ormai questa usanza è stata modificata con una offerta votiva da parte dei portatori e non solo, lasciando spazio a tutti[1].

Dopo che il santo è arrivato in prossimità della chiesa, vengono portati fuori San Giuseppe e la Madonna per la trionfale e suggestiva "Cunfrunti" o "Cumprunta", accompagnati dal complesso bandistico di Pazzano e da uno spettacolo pirotecnico. La "Cunprunta" consiste nell'incontro tra il SS. Salvatore e le statue di San Giuseppe e della Madonna. Comincia tra le 11:30 e le 12:00; allo scoccare delle campane accompagnate dalla banda musicale e dai fuochi d'artificio la statua del Santo Salvatore corre lungo via XXIV Maggio per raggiungere le statue di San Giuseppe e della Madonna che sono appena uscite dalla Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo per incontrarsi a metà strada all'altezza del vicolo Via Francesco Filzi; le statue fanno un inchino nei confronti del Santo salvatore e velocemente vengono posizionate accanto ad esso, Giuseppe a destra e la Madonna a sinistra. Al termine, prima di riportare i santi nella chiesa, il Ss. Salvatore si ferma in prossimità della Chiesa, dove vengono posti sulle sue braccia per pochi istanti i bambini nati durante l'anno. I bambini vengono spogliati e i loro vestiti simbolicamente donati al Santo. In realtà i genitori offriranno poi dei soldi e riprenderanno i vestitini dei nuovi nati. Alla fine di tutto ciò, i Santi si riuniranno e rientreranno uno a uno nella chiesa (rivolti verso la gente con le spalle alla chiesa) dove rimarranno esposti fino al pomeriggio. Segue una messa di mezzogiorno. Il pomeriggio avviene la seconda Cunfrunti. Questa volta, dopo l'entrata di San Giuseppe e della Madonna nella Chiesa, comincia la processione per le vie e le vinede (vicoli) del paese dietro la statua del Ss. Salvatore. Alla sera vi è uno spettacolo di intrattenimento che varia di anno in anno.

Si narra che una volta il santo, quando si giungeva alla cappella, venisse solo riposto. Una volta però alcuni abitanti di Stilo (il paese confinante) invidiosi del successo della festa rubarono il santo. Mentre lo stavano portando via però la statua si appesantì improvvisamente, diventando intrasportabile e le campane della chiesa di Pazzano cominciarono a suonare e svegliarono tutti i pazzanesi. Da quel momento si celebra la veglia anche per evitare che il santo venga portato via nuovamente

Immagine

Immagine

http://www.vallatadellostilaro.com/Cult ... atore.aspx :-)welcome :-)welcome :-)welcome

:-brind :-brind
don't worry be happy
Avatar utente
Zitiedu
MEMBER
MEMBER
Messaggi: 211
Iscritto il: 26 marzo 2014, 15:53
Località: pazzano

1 agosto 2016, 11:33

Pazzano festeggia
San Rocco di Montpellier
Pazzano la prima domenica di settembre (con il tradizionale novenario iniziato il 27 agosto) ha sempre festeggiato San Rocco con grande importanza
San Rocco, secondo la tradizione, visse nel XIV secolo, a Montpellier, dove il padre ne era il governatore. Alcune delle sue vicende sono narrate in Sacred and legendary art, di Jameson. Il santo è popolarissimo in Italia, basti pensare che ventotto comuni ne portano il nome, e almeno altrettante frazioni sono a lui intitolate. Dopo la morte del padre, Rocco, che all’epoca aveva vent’anni, si recò a Roma, a quel tempo piagata dalla peste, per curare gli appestati. Venne però anche lui infettato dalla malattia, mentre si trovava in ospedale e, al mattino seguente aveva la febbre alta e una gigantesca ulcera sulla gamba sinistra. Non volendo dare fastidio agli altri malati, fuggì nel bosco, attendendo la morte. Vennero così in suo aiuto un angelo e un cane (che assieme ai segni della peste è un simbolo del santo), che gli curavano le ferite e gli portavano del cibo tutti i giorni. Una volta guarito, tornò in città, ma la malattia lo aveva cambiato anche nel fisico, così che nessuno lo riconobbe. In seguito venne accusato di spionaggio e passò cinque anni in prigione. Uscito di prigione vide se stesso morto e vicino al suo corpo un biglietto sulle quali erano scritte queste parole: “gli appestati che pregheranno tramite le benemerenze e le mediazioni di Rocco, servo di Dio, si risaneranno”. San Rocco fu sepolto a Montpellier con tutte le onorificenze, ma alcuni mercanti italiani trafugarono le sue spoglie e le trasportarono a Venezia, dove sono ancora conservate nella chiesa di San Rocco. Nell’iconografia compare di frequente mentre mostra i segni della peste, specie sulle gambe, come ad esempio nella statua pazzanese attribuita la noto scultore serrese Settecentesco Vincenzo Scrivo. A Pazzano inoltre si conserva in una teca d’argento sbalzato una reliquia del Santo.

http://www.eventiesagre.it/pagine/Event ... lo-ASC.htm
:-)welcome :-)welcome :-brind :-brind
don't worry be happy
Avatar utente
Zitiedu
MEMBER
MEMBER
Messaggi: 211
Iscritto il: 26 marzo 2014, 15:53
Località: pazzano

1 agosto 2016, 18:09

Festa della Madonna di Montestella
Data:
Venerdì, 14 Agosto, 2015 - 08:00 to Sabato, 15 Agosto, 2015 - 23:00
Festa della Madonna di Montestella
Dettagli:
Festa al Santuario di Monte Stella, dove a partire dalla sera del 14 agosto si odono preghiere, canti tradizionali popolari, rivolti alla Vergine della Stella, percorrendo un sentiero mistico ed incantevole aspettando la processione del quadro della Madonna, seguita dalla Solenne S. Messa di mezzanotte

www.comune.pazzano.rc.it
Telefono:
0965 872111 :-)welcome :-)welcome :-brind :-brind
don't worry be happy
Avatar utente
Zitiedu
MEMBER
MEMBER
Messaggi: 211
Iscritto il: 26 marzo 2014, 15:53
Località: pazzano

11 agosto 2016, 19:19

ragazzi, nella valle dello stilaro siamo in fermento, ci sono molte manifestazioni e feste patronali, abbiamo organizzato feste ed anche i concerti bandistici dei vari paesi , se volete ci possiamo vedere in piazza a ferragosto, oppure sempre a pazzano martedì 16 agosto, per la festa patronale in piazza vi aspetto tutti , cosi potrete vedere con i vostri occhi le nostre meravigliose montagne e paesaggi definiti le dolomiti dell'aspromonte e assaggiare i nostri prodotti e provare la nostra genuina ospitalità , siete tutti invitati , vi aspettiamo tutti in piazza x fare festa

http://www.eventiesagre.it/pagine/Event ... lo-ASC.htm
don't worry be happy
Rispondi

Torna a “Calabria - Eventi Off Road - Raduni 4x4”